“LIBRI COME”, la grande festa della LETTURA

0
45

L'editoria si dà appuntamento a Roma per la terza edizione di "Libri Come", festa del libro e della lettura all'Auditorium Parco della Musica, curato da Marino Sinibaldi. Ancora una volta gli spazi creati da Renzo Piano saranno invasi da lettori, autori, lavoratori della cultura, editori per quello che «non è una fiera del libro, non è un festival della letteratura, non ha un tema che dà il taglio all'edizione ma è un tentativo di mettere in scena lo straordinario mondo del libro», come ha spiegato Aurelio Regina, presidente della Fondazione Musica per Roma.

Il simbolo di questa edizione sono un paio d'occhiali le cui lenti riflettono frasi e parole, un invito a guardare il mondo attraverso il libro per leggere/vedere meglio la realtà. Circa 225 scrittori saranno protagonisti di 99 incontri: autori come Andrea Camilleri, Niccolò Ammaniti (protagonisti di un confronto il 10 marzo), Alessandro Baricco, Giorgio Faletti, Milena Agur, Domenica Starnone, Raffaele La Capria, Marco Baliani, Massimo Cacciari, Salvatore Settis, Gustavo Zagrebelsky, Goffredo Fofi. Francesco Guccini, Jonathan Coe, Jennifer Egan, Tzetvan Todorov (la sua conferenza chiude la manifestazione domenica 11 marzo), Concita Di Gregorio, Ezio Mauro, Paolo Mieli, Marco Travaglio, Gian Antonio Stella. Focus sul Mediterraneo con i nuovi scrittori israeliani (Nir Baram, Ron Leshem e Eshkol Nevo) e i bestseller spagnoli Carlos Ruiz Zafón, Alicia Giménez-Bartlett e Clara Sánchez.

L'obiettivo della manifestazione non è il "cosa" ma è puntato sul "come": quali sono le fasi della vita di un libro, quali meccanismi ci sono dietro, come nasce l'idea, come la pensa l'autore e come l'editore, quali operazioni, come vengono creati, prodotti, letti. Il lettore troverà solleticata la propria curiosità di sapere come è nato il libro che si trova sul suo comodino e gli addetti ai lavori (editori, librai, agenti letterari, traduttori) avranno modo di approfondire la discussione sul futuro del libro, tra ebook e selfpublishing. Workshop, dialoghi, mostre e conferenze aiuteranno a districarsi in questa selva, grazie allo spazio dedicato agli approfondimenti sulle diverse categorie professionali dell'industria editoriale. Lo spazio "Risonanze" ospiterà tre incontri sul lavoro culturale, in collaborazione con gli scrittori della generazione TQ e il Teatro Valle Occupato, che ragioneranno ancora una volta sul "come": "Come ho scritto il mio primo libro", "Come mi pubblico", "Come sarà il futuro del libro", "Come il futuro: avere, sapere potere". Il "Garage" di Libri Come è dedicato, come di consueto, a presentazioni, workshop, laboratori, mostre e incontri con le scuole (per le quali le attività sono iniziate il 5 marzo). Una serie di laboratori racconteranno "I mestieri del libro", spiegando come si apre una casa editrice, come si curano collane di narrativa e saggistica, come si cura la grafica di una collana, come si traduce e si comunica un libro.

Il programma dedicato alle scuole si articola in due filoni: gli studenti delle medie lavoreranno sull'integrazione (grazie a testimonianze come quella del genetista Guido Barbujani, della giornalista Carlotta Mismetti Capua e dello scrittore Fabio Geda) mentre quelli delle superiori rifletteranno sul rapporto tra criminalità e giornalismo: ospiti il magistrato Raffaele Cantone e i giornalisti Carlo Bonini (l'autore di "Acab", Einaudi) e Giovanni Tinzian (il cronista minacciato dall'ndrangheta per averne svelato le trame nel Nord Italia). Se i libri non si vedranno molto, "confinati" in libreria, in realtà la loro presenza è ben rappresentata dall'installazione di Alicia Martin: vere e proprie sculture librerie realizzate con migliaia di libri. Spazio anche alle fotografie di "Bookshelporn": un delirio di immagini di librerie e scaffali frutto del genio "feticista" di Antony Dever. Lo scrittore romano Tommaso Pincio espone invece 14 ritratti di altrettanti scrittori che rappresentano una sorta di pantheon letterario dei suoi autori più amati. Nel foyer, il salotto tecnologico del main partner Telecom per conoscere l'ebook store e provare il nuovo biblet. Telecom offre anche lo streaming gratuito dei quattro incontri serali tra autori e pubblico. 

Chiara Cecchini