Tv, Maurizio Costanzo: non ci sono più gli intrattenitori

0
27

“Dobbiamo dire una verità drammatica: non ci sono gli intrattenitori. Se si pensa che prima c'erano Gassman, Tognazzi, Sordi, Manfredi, chi lo fa adesso, Scamarcio? Faccio sempre l'esempio di “Speciale per voi”, fatto da Falqui con Fabrizi, Ave Ninchi, Bice Valori e Paolo Panelli. Ne basterebbe uno di questi quattro, oggi per fare una serie lunghissima”. Lo ha affermato Maurizio Costanzo in una intervista alla testa online tvzoom.it.

“Fare il varietà senza il portatore non si può. E si continuerà a dire che il varietà è morto, ma non è così. Come dire la prosa è morta, ci sarà sempre qualcuno che farà Pirandello, poi bisogna vedere chi è quel qualcuno”, ha precisato Maurizio Costanzo. “Ho visto un pezzo di Panariello: è bravo e quando fa i personaggi è molto bravo. Ha colto nel segno perchè nei momenti come questo, pieno di problemi, staccare la spina è importante. Però Fiorello mi piaceva di più”.

Maurizio Costanzo infine ha approva la scelta del lunedì che “sta diventando il sabato del passato, il giorno in cui la gente certamente sta a casa”.