Sweet Danger, enjoy the night!

0
36

Quando il sole va a morire comincia la festa: che la maggior parte dei giovani preferisca la notte al giorno, per i motivi più disparati, non è un mistero. Sarà il fascino del cielo blu scuro, delle mille luci ad ornare un bel panorama cittadino. O semplicemente la voglia di fare casino con gli amici dopo una lunga ed intensa giornata. Allora si monta in macchina, si preleva sotto casa il pigro di turno e via verso lo sballo spensierato. Prima però, si mette mano al portacd e si scorge un nome nuovo, che può dare l’atmosfera giusta. E’ quello degli Sweet Danger, quartetto a cui a primo impatto si attribuirebbe una provenienza statunitense, costa californiana per la precisione. Invece Simone Sciarrini, Francesco Capuani, Giordano Paolettie FlavioScipione nascono nel 2010 a Civitavecchia, litorale laziale, e portano nel proprio bagaglio la giusta dose di pop-punk melodico internazionale. 30 Seconds To Mars, Green Day, Sum 41 e Bush le maggiori influenze, rivisitate in chiave moderna (accenni di Paramore ed innumerevoli teen bands di moda da qualche anno oltreoceano). “Ognuno di noi ha avuto altre esperienze prima degli Sweet Danger – afferma il frontman Simonee questo ha giovato molto. Attualmente stiamo lavorando a dei brani per comporre un vero e proprio album”. Ciò che conta in ambito artistico è anche come si appare, fattore che spesso colpisce più della musica che si propone. “Oltre a promuovere le nostre canzoni siamo molto attenti a diffondere la nostra immagine” prosegue Sciarrini. Il che vuoldire visibilità in più. Fondamentale, di questi tempi.

Gli SweetDanger hanno pubblicato nel 2011 l’Ep di sei tracce “City Nights” (per l’etichetta indipendente This Is Core Music), scaricabile dalle varie piattaforme musicali online, da cui è stato estratto il singolo “I Need To Know” (con relativo videoclip).

Marco Reda

 

MySpacepage

Facebookpage

This Is Core Music” label Facebookpage
 

I Need To Know” videoclip