Il Titanic sbarca in tv: prequel in 6 puntate Rai con Ghini e Mastronardi

0
19

È stata presentata questa mattina alla stampa la serie di Raiuno “Titanic – Nascita di una leggenda” che porta sul piccolo schermo, a partire da domenica 22 aprile, l'epica cronaca delle vite dei personaggi i cui destini si sono incrociati, all'inizio del secolo scorso, con quello del famoso transatlantico.

Diretta dal regista irlandese Ciaran Donnelly, la serie andrà in onda per sei puntate e racconterà, sullo sfondo della costruzione del Titanic, le storie dei suoi protagonisti: da quella di Mark Muir, giovane ingegnere specializzato in metallurgia interpretato da Kevin Zegers, a quella della copista del reparto di progettazione Sofia Silvestri interpretata da Alessandra Mastronardi – italiana trasferita in Irlanda – insieme a quella del padre Pietro nei cui panni si è calato Massimo Ghini e di sua sorella Violetta (Valentina Corti).

“Quel che porto in scena è una donna molto forte che non vuol essere considerata solo un corpo e credo che il mio personaggio metta in luce la dignità che noi donne abbiamo”, ha spiegato la Mastronardi. Tra Sofia e Mark nasce una passione vera, nonostante le differenze sociali e il pretendente italiano di Sofia, Andrea Valle, interpretato da Edoardo Leo. “Pietro rappresenta una figura tragica e rilevante al contempo: un emigrato che, insieme al personaggio di Andrea portato in scena da Edoardo Leo, rappresenta l'eccellenza italiana costretta a cambiare paese alla ricerca di lavoro. Cosa che, a mio avviso, si ripete anche oggi”, ha raccontato Massimo Ghini. “Insieme a Massimo abbiamo lavorato perchè l'idea di famiglia italiana che veniva rappresentata esulasse da quella folcloristica – ha commentato Leo – Ne esce fuori una famiglia fermamente legata alla tradizione e alle radici. Abbiamo vissuto a Dublino per mesi, lavorando quasi 24 ore su 24 ed è stata un'esperienza di lavoro molto interessante”.

Il film – una coproduzione Rai Fiction, Dap Italy, Epos Film in collaborazione Tandem Communications – racconta di una leggenda della quale il tragico naufragio di cento anni fa fu il compimento. (asca)

var WIDTH=615; var HEIGHT=70; var BGCOLOR=\”#FFFFFF\”; var HRCOLOR=\”#FFFFFF\”; var TITLE_COLOR=\”#FFA500\”; var TEXT_COLOR=\”black\”; var LINK_COLOR=\”#000080\”;