UN MONDO DI MUSICA

0
19

Un «giro del mondo musicale in quaranta giorni», lo ha definito Aurelio Regina, presidente della Fondazione Musica per Roma. Una similitudine più che azzeccata per la decima edizione di “Luglio suona bene”, il tradizionale appuntamento coi concerti estivi dell’Auditorium.

Sul palco della Cavea, dal 25 giugno al 2 agosto – oltre agli italiani Giorgia, Renga, Capossela, Mannoia, Noemi, Britti e Di Battista – salirà infatti tutto o quasi il meglio della scena pop, jazz e rock internazionale. A cominciare dal ritorno dei Cranberries, cui è affidata la data d’apertura del mese principe del festival. Il 2 luglio la band irlandese, fresca di reunion, presenterà per la prima volta in Italia i brani del nuovo album “Roses”, uscito lo scorso 21 febbraio. Dolores O' Riordan & co dopo essere stati degni super ospiti della serata finale del 62esimo Festival di Sanremo, torneranno dunque a far sognare i fan italiani con un live speciale e in una cornice ancora più magica. Il 7 luglio – il giorno successivo dell’esibizione di Joan Baez, simbolo del folk di protesta negli anni Sessanta – toccherà alla voce di Morrissey incantare il pubblico della “conchiglia” del Parco della Musica.  Lo storico leader degli Smiths, il cantantautore dal sangue irlandese e il cuore inglese (“Irish blood english heart”, dall’album “You are the quarry” del 2004), rimetterà piede nello Stivale dopo una lunga assenza inaugurando il suo minitour tricolore di cinque date. Sarà poi il turno del soul di Bobby McFerrin, in scena l’8 luglio, del nuovo volto del pop Emeli Sandé (il 9) e della chitarra “from Texas” di Pat Metheny (14 luglio), prima delle grandissime interpretazioni del crooner Tony Bennet (15 luglio) e del fenomeno italoscozzese Paolo Nutini (16 luglio), da record in Italia.

Al giro di boa la kermesse cala una coppia d’assi del rock al femminile. Una dopo l’altra, il 20 e il 21 luglio, saliranno sul palco la poetessa con la faccia da dura Patti Smith e la sua erede canadese Alanis Morissette: quasi un passaggio di consegne. Dopo la parentesi brasiliana di Gilberto Gil (22 luglio), cui seguirà quella cubana coi Buena vista Social Club (31 luglio), il 24 si esibirà il songwriter inglese dal cognome pesantissimo, James Morrison, seguito sei giorni (30 luglio) dopo dal collega irlandese Damien Rice. L’unico appuntamento “in trasferta” sarà quello prestigiosissimo con il jazz Di Keith Jarrett e del suo Trio, il 29 luglio alla Sala Santa Cecilia. Altro che “bene”, in quell’occasione luglio suonerà benissimo.

Francesco Gabriele