“Salto Nel Blu” – NEW HARLEN

0
38

Più che “nel blu”, di solito, il salto d’esordio di una band emergente è “nel buio”. I New Harlen, invece, preferiscono pensare “a colori” presentandosi al mondo underground italiano con l’Ep “Salto Nel Blu”. Marco Zitelli, Simone Stolzuoli e Francesco Catarinella promuovono dal 2007 un rock di chiaro stampo nazionale, in rimando a band come Negrita e Litfiba.

La opening-track del lavoro, “Fame”, è subito un ottimo assaggio delle sonorità del trio di Frascati, un rock andante dalla chitarra leggera e basso fuori dai banali schemi del suo ricalco, per una melodia che entra prepotentemente in testa. Chiare, inoltre, le influenze della famigerata band di Piero Pelù e di un Ligabue non ancora “sopraffatto” dal pop radiofonico. L’intro di “Mondo Alcolico” sarebbe addirittura stoner, ai limiti dell’alternative metal, se ci fosse un po’ di distorsione negli strumenti. E’ il ritornello, come nella traccia precedente, a rubare la scena, ben valorizzato dagli azzeccati cori. Non molto incisivo, al contrario, è quello di “Cielo, Mare, Terra & Fuoco”, forse troppo piatto, in un brano in cui un buon giro di basso la fa da padrone.

Ancora Qua” seppur nella sua prima parte presenti qualche problema di tempo (strumenti non perfettamente sincronizzati in fase di mixaggio) è un’altra best-track dell’album, in cui il pop-rock si mischia bene con il funky ed esalta il particolare ed acuto timbro vocale del bassista-cantante Simone Stolzuoli, seguita dal ritmo incalzante di “Deficit”, con annessi piccoli tratti danzerecci ed armonizzazioni che quasi fanno pensare agli Avenged Sevenfold, per quanto possibile. Le bonus tracks “Viaggio” e “Fuorilegge”, inserite nell’Ep ma appartenenti ad una demo precedente, concludono un album dalla buona qualità di registrazione, facilitata da un genere minimale in cui non c’è bisogno di grande riempimento. Buon esordio dunque quello dei New Harlen, dalle ottime prospettive di crescita e dai testi particolari e mai banali, ispirati alla scena alternative nostrana, forti della consapevolezza che la strada da percorrere in Italia per sperare nel “salto nel blu” è più o meno questa.

 

TRACKLIST

1 – Fame

2 – Mondo Alcolico

3 – Cielo, Mare, Terra & Fuoco

4 – Ancora Qua

5 – Deficit

6 – Viaggio (bonus track)

7 – Fuorilegge (bonus track)

 

Salto Nel Blu” è stato registrato e mixato presso il Boris Music Studio di Genzano di Roma (RM).

Marco Reda
 

MySpace page

Facebook official profile

Boris Music Studio Facebook official profile

Ancora Qua