Passato Mengoni e Futuro

0
18

Il Gran Teatro di Roma ospita l'ultima tappa del tour di Marco Mengoni nei teatri d'Italia, partito il 19 aprile dagli Arcinbomboldi. Dopo le due anteprime evento al Forum di Assago e al Palalottomatica, Mengoni ha deciso di cambiare veste allo spettacolo. Direttore artistico dello show insieme a Andrea Rigonat, chitarrista, arrangiatore, compositore e produttore, Mengoni ha scelto di puntare su uno spettacolo più intimista e introspettivo rispetto alle passate esperienze live. «Con questo spettacolo vorrei poter attraversare il passato, il presento e il futuro, un modo per approfondire le emozioni, per raccontare i legami che intercorrono tra le persone che si incontrano e si scontrano, in questo percorso che è la vita», spiega Mengoni. Il "Re Matto" si esibisce domani a Saxa Rubra con un concerto che riproporrà tutto il suo repertorio sin dai tempi di “X Factor”.

Spazio quindi a successi come "Dove si vola", il brano con cui conquistò la terza edizione del talent di Morgan & co. e che diede il titolo all'omonimo ep (dove compare anche "Credimi Ancora"), "Stanco", "In un giorno qualunque", "Questa notte" (dall'album "Re matto", dal soprannome che accompagna da sempre il cantante), senza dimenticare le canzoni dell'ultimo disco, "Solo 2.0", un concept album che ha già scalato le classifiche e che contiene brani come "Solo (Vuelta al ruedo)", "Tanto il resto cambia" e "Dall'inferno", l'ultimo singolo ispirato alla vicenda di Jack Lo Squartatore e metafora delle sofferenze per l'amore non corrisposto. A completare la scaletta ci sono anche molte cover inedite, riarrangiate per l'occasione e adattate alle doti vocali del nostro, spesso incline a concedersi digressioni fra generi differenti come il pop, il soul e la black music e il rock, come già accaduto a "X Factor". Mengoni si cimenta nella ricerca una forma di spettacolo che lo avvicini di più al pubblico, in cui musica, movimento scenico, luci e scenografie si compenetrano tra lui e puntando molto sulla suggestione visiva e sonora, con una ricerca condotta appositamente sul sound che non sarà semplicemente acustico ma si aprirà all'elettronico con qualche novità in più.

Chiara Cecchini