Tiziano Ferro torna nella capitale

0
18

Si è concluso il 23 maggio a Zurigo la prima parte del trionfale tour di Tiziano Ferro: 23 concerti all’insegna del sold-out, che hanno portato il nuovo emozionante spettacolo live di Tiziano nei palazzi dello sport delle principali città italiane. Terminata la parte indoor, il tour riparte dopo una brevissima pausa, spostandosi in alcune delle più prestigiose location all’aperto del nostro paese nei mesi di giugno e luglio: oltre al grande appuntamento allo Stadio Olimpico di Roma, che si preannuncia come uno dei più importanti eventi dell’estate, sono in programma tappe a Bergamo, Piazzola Sul Brenta (PD), Cagliari, Bari, Palermo e Gela, ed una data al Forest National di  Bruxelles.

Otto nuove occasioni per vedere dal vivo lo straordinario spettacolo di Tiziano, che vede sul palco – insieme a lui – una band d’eccezione: due grandi musicisti stranieri, Reggie Hamilton (basso) e Gareth Brown (batteria), e quattro tra i più apprezzati nomi di casa nostra, Davide Tagliapietra (chitarra), Giorgio Secco (chitarra), Luca Scarpa (tastiere) e Christian Rigano (tastiere). Questi otto concerti saranno gli ultimi in programma per quest’anno, e sono stati aggiunti per accontentare i tantissimi fan di Tiziano in tutta Italia.

"E' stato un tour che ha superato ogni mia aspettativa – ha commentato Tiziano Ferro – Non avevo mai suonato tante sere di seguito nella stessa città, è bello dopo 11 anni godersi questo privilegio. Forse se fosse successo all'inizio della mia carriera non me lo sarei goduto. E' stato un bene iniziare a fatica dai piccoli club e passare lentamente ai palazzetti, prima ridotti e poi a capienza completa. Vedere pieni per tre sere di seguito luoghi sacri della musica come il Forum di Assago e l'Arena di Verona è stato bello, speciale e sono felice sia accaduto ora che riesco a godermi con serenità, calma e consapevolezza il frutto di una decade di lavoro. Ora manca il capitolo finale, l'estate…e con lei tanti appuntamenti illustri tra cui ovviamente lo Stadio Olimpico. E' un sogno, una scarica emotiva talmente forte che – terminati i concerti di luglio – posso ufficialmente annunciare che non ci saranno altri show in Italia in autunno/inverno. Preferisco prendermi tempo, lasciare che questa esperienza rimanga stupenda in quanto breve e dedicarmi alla promozione estera”.