I giardini dell’elettronica

0
21

 

Torna il festival “Villa Aperta” alla Villa Medici dell’Acca demia di Francia, una tre giorni da oggi a sabato 2 giugno interamente dedicata alla scena contemporanea del pop, dell’elettro e del rock. Giunta alla sua terza edizione, la rassegna farà confluire come ogni anno sul palco musicisti italiani e stranieri, che daranno vita a collaborazioni live inedite nel segno della sperimentazione fra generi ed esperienze: nel segno dell’arte a tutto tondo.

Si parte stasera con il duo americano Chairlift, che aprirà ufficialmente le danze in occasione dell’uscita del nuovo album “Something”, lavoro che continua ad approfondire il loro synthpop spettinato e raffinato. Secondo ospite della serata il cantante francoalgerino Rachid Taha, esibitosi in concerto a Villa Medici già nel 2010.

L’artista prende ispirazione dalla raï, dalla chaabi, dalla musica techno, dal rock’n’roll e dal punk e proporrà qualche brano del suoprossimo disco in via di pubblicazione. Sul palco, con lui, anche Rodolphe Burger e Mick Jones, membro fondatore e chitarrista dei The Clash. Fiore all’occhiello dell’appuntamento di domani saranno gli Wire.

Il gruppo è ormai leggendario, e sfruttando i circuiti di un pop perfetto e percorrendo i confini della musica sperimentale, piace nello stesso modo in cui turba. Il loro ultimo lavoro si intitola “Red bark tree” e risale allo scorso anno. In apertura ci sarà invece l’incontro “live” tra una delle figure del rock francese, Michel Cloup e il compositore e musicista italiano Teho Teardo, noto sia per le sue colonne sonore di film (“Il divo” su tutte) sia per le sue collaborazioni con Blixa Bargeld, Girls Against Boys e con lo

stesso Graham Lewis degli Wire. Come tutti gran galà conclusivi, quello del 2 giugno promette di essere molto speciale.

Il festival lascerà infatti carta bianca a una casa discografica francese. Quest’anno Ed Banger e Record Makers hanno collaborato insieme per per riunire un gruppo eccezionale di artisti come Turzi, Krazy Baldhead insieme alle star della musica elettronica moderna francese Kavinsky e SebastiAn.

Se il primo ha ammaliato il pubblico col celeberrimo pezzo “Nightcall” (mixato tra l’altro anche da SebastiAn) e ha girato il mondo realizzando la colonna sonora del film “Drive”, il secondo è pronto a offrire al pubblico capitolino la techno sporca e violenta del suo primo album “Total”.