Cannes parla romano

0
29

L'eco delle luci e del glamour dell'ultima edizione del Festival di Cannes non si è ancora spento che già prende il via nella Capitale “Le vie del cinema da Cannes a Roma", il consueto appuntamento che porta in città il meglio dei film della Croisette.

L'edizione di quest'anno (la numero otto) vede in programma oltre venti lungometraggi, andando a pescare tra le varie sezioni, dal Concorso Ufficiale alla Quinzaine des Réalisateurs, da Cannes Classic alla Semaine de la Critique. Tutti i titoli proposti non sono ancora usciti nelle sale italiane (e magari non è detto che escano), quindi è un'occasione per scoprire qualche chicca in anteprima assoluta e guardare i film in versione originale con sottotitoli in italiano (cosa ormai sempre più rara a Roma, dopo la morte della storica sala Metropolitan a via del Corso).

Le proiezioni si terra in tre sale del quartiere Prati: il cinema Eden di piazza Cola di Rienzo, il Giulio Cesare di viale Giulio Cesare e il multisala Adriano a piazza Cavour. Nella lista dei film in programmazione non può mancare quello che la giuria presieduta dal nostro Nanni Moretti ha premiato con la Palma d'Oro: “Amour” di Michael Haneke. Il regista austriaco dirige due mostri sacri come Jean Lous Trintignant (che torna al cinema dopo una pausa di quasi un decennio, in seguito alla morte violenta della figlia Marie), Emmanuelle Riva, un nome che da solo evoca già la storia del cinema francese, la Nouvelle Vague e gli sperimentalismi di Jean Luc Godard, e la nuova musica d'oltralpe Isabelle Huppert. Altra pellicola premiata è il contestato“Post tenebras lux” di Carlos Reygadas, che si è portato a casa il riconoscimento per la miglior regia e i malumori della critica. Vincitore del premio come miglior sceneggiatura e di quello per la miglior interpretazione femminile (condiviso dalle due attrici protagoniste Cosmina Stratan e Cristina Flutur), anche “Beyond the Hills” del romeno Cristian Mungiu sarà proiettato a Roma.

La selezione dei film in Concorso propone “De Rouille et d'os” di Jacques Audiard, con Marion Cotillard, “Moonrise Kingdom” di Wes Anderson (con un cast stellare che comprende Bruce Willis, Edward Norton, Bill Murray, Tilda Swinton e Harvey Keitel) e “Paradise Love”, nuova opera del provocatorio regista austriaco Ulrich Seidl. Tra i titoli in programma per la Quinzaine des Réalizateurs, ci sono il vincitore del premio Label Europa Cinema “Le repenti” di Merzak Allouache, “Camille redouble” di Noémie Lvovsky, “The We and the I” di Michel Gondry, il visionario regista di “Se mi lasci ti cancello”, “Infancia clandestina” di Benjamín Ávila e “Dangerous Liasons” di Jin Ho Hur, rilettura del capolavoro di Ninon de Charclos ambientata nella Cina degli anni Trenta. Le tendenze della Semaine de la Critique raccolgono da sempre le opere prime e seconde più interessanti del cinema mondiale. L'edizione 2012 del Festival di Cannes ha visto un nome nuovo avvicendarsi alla direzione della SIC: lo storico e critico del cinema Charles Tesson, che vanta tra l'altro una lunga militanza dei mitici “Cahiers du cinéma”. Quest'anno sono in programmazione “Aquí et Allá” di Antonio Méndez Esparza (che sarà a Roma sabato 9per presentare il film al pubblico), “Au galop” di Louis-Do de Lencquesaing con la nostra Valentina Cervi, e “Broken” di Rufus Norris con Tim Roth (il film sarà presentato domenica 10 giugno da Charles Tesson). Spazio anche a una ricca programmazione di corti, sempre usciti dalla fucina della sezione diretta da Tesson, che spaziano dal fantastico (il brasiliano “O Duplo” e “Horizon”) al realismo (lo svedese “Family Dinner”) alla commedia (il francese “Ce n'est pas un film de cowboys”, in cui dei ragazzini affrontare il tema dell'omosessualità di “Brokeback Mountain” di Ang Lee con ingenuità e goffaggine”). Gli altri titoli in programmazione sono “Une dimanche matin”, “Hazara”, “Yeguas y Cotorras”, “Fleuve rouge”, “Song Hong”, “Circle Line”, “La Bifle”. Peccato però per la mancata inclusione di "Reality" di Matteo Garrone e "Io e te" di Bernardo Bertolucci: per loro bisogna attendere l'uscita in sala ufficiale.  

Chiara Cecchini

 

INFO

La rassegna è in programma nei seguenti cinema: Eden (piazza Cola di Rienzo 74); Giulio Cesare (viale Giulio Cesare 229); Adriano (piazza Cavour 22). Costo del biglietto: 6-7 euro