Electrode 2012, musica digitale senza confini al Forte Prenestino

0
21

Al Forte Prenestino, per il settimo anno consecutivo, è di scena il festival di musica elettronica “Electrode”. Nata grazie alla collaborazione di progetti attivi sulla scena musicale romana come MissAnthroPeak, Sonic Visioner, Truckstop76th, 00 Nowhere, Urban Pressure, la rassegna si pone l’obiettivo di riuscire a coniugare, in un’immensa dance hall all’aria aperta, i più interessanti generi dell’universo musicale, dall’elettro alla techno, dalla drum’n’bass alla techouse, dalla breakbeat alla jungle.

Una due giorni dove alle consolle si alterneranno i più interessanti dj capitolini e ospiti internazionali di altissimo livello. In programma, stasera, i set di Birdy Nam Nam, quartetto che dal vivo suona come dei punk elevati ai Bambaata e ai Daft Punk; Oliver Huntemann, un mito del mondo techno e della techno tedesca di Amburgo; Ironika, all’anagrafe Sara Abdel-Hamid, con il suo sound dubstep contaminato di funk, electro e rap; i gemelli D’Arcangelo, capiscuola dell’elettronica made in Italy (ma prodotta all’estero); e i No Hay Banda Trio, progetto nato nel 2004 dall’incontro tra Fabio Recchia (basso e chitarra preparati e suonati contemporaneamente!), Marcello Allulli (sax e live electronics) ed Emanuele Tomasi (batteria e percussioni).

Domani sarà il turno, invece, di Arnaud Rebotini, che con animo furioso, chitarre aggressive e accenni all’hard rock rifiuta di stare nei confini dell’elettro pop; Addictive Tv, eclettico duo britannico che propone musica “next level”; Blatta & Inesha, autodefinitisi il ponte tra la techno e l’electro; Lee Coombs, storico produttore inglese sempre all’avanguardia di tutto; Notic Nastic, con i loro groove di elettronica “viziosa”; e Fraulein Z, una delle poche dj donna a suonare electro techno, potente e caratterizzato da un’attitudine ballerina energetica e dai bassi potenti.