Arte, in mostra \”le 101 serrande capitoline di DiegoCHR\”

0
48

Le opere d'arte arrivano in strada, direttamente sulle saracinesche dei negozi. È una moda che ha avuto origine nei paesi del Nord Europa e che oggi ha preso piede anche a Roma grazie all'impegno e al talento del designer Diego Tortora, che oltre a trasformare anonime serrande in opere d'arte, per primo ha brevettato come complemento d'arredo pop art "le serrandine", quadri realizzati usando come supporto parti di serranda.

"Uscire dal monotono, eliminare il grigiore che circonda a volte la città, diffondere l'arte e renderla alla portata di tutti, magari sotto casa": questi i principi dell'artista, in arte DiegoCHR, che ha poi spiegato: "L'esperienza in Olanda è stata fondamentale per costruire questa professione. A Roma questo tipo d'arte si sta diffondendo sempre di più, lo dimostrano le oltre 500 serrande dipinte in poco tempo". Da questi presupposti nasce il progetto "le 101 serrande di DiegoCHR", patrocinato dalla commissione assembleare politiche sociali, che si è svolto oggi presso il comando della polizia di Roma alla presenza del presidente della commissione politiche sociali e famiglia Giordano Tredicine, dell'artista Alfio Mongelli e del docente di Storia dell'Arte Moderna presso la Rufa Paolo d'Orazio. La rassegna fotografica delle opere più significative dell'artista, dipinte esclusivamente nel territorio capitolino, ha ricevuto molti consensi e una giuria di esperti ha votato la più affascinante tra una selezione di oltre 100 lavori.