Due mesi di cinema sotto le stelle

0
37

Dal 15 Giugno al 15 Agosto il Kino – associazione che propone e vive di cinema ma che, come da manifesto, «non è un cineclub» – trasloca a Parco San Sebastiano, vicino alle terme di Caracalla (all’interno della rassegna Roma Vintage Village) per due mesi ricchi di anteprime, incontri, esordi italiani e film stranieri mai usciti nello stivale o, comunque, pressochè inediti.

La programmazione (di seguito riportiamo quella già ufficiale di giugno, prossimamente usciranno sul sito www.ilkino.it anche gli appuntamenti di luglio e agosto) seguirà per filo e per segno la stessa filosofia del Kino tradizionale, quello per così dire invernale. Apertura affidata alla sezione “KinoEsordi”: uno sguardo sul nuovo cinema italiano che verrà inaugurato, venerdì 15 giugno, da Roan Johanson e dal suo “I primi della lista”, alla cui presentazione parteciperà anche l’attore Claudio Santamaria; il 21 giugno sarà la volta di “Napoli24”, film collettivo composto da 24 corti che raccontano il capoluogo campano attraverso lo sguardo di 24 registi, fra cui anche Paolo Sorrentino; il 26 e il 30 giugno sarà poi la volta di Andrea Segre, che presenterà la pellicola “Io sono Li”.

Il cinema internazionale alternerà anteprime e film poco visti ma assolutamente da riscoprire: “The future” di Miranda July (per cui il Kino ha la distribuzione esclusiva per l’Italia) sarà proiettato il 16, il 17, il 27 e il 29 Giugno; lo straordinario “13 Tzameti” di Gela Babluani, vincitore del gran premio della giuria al Sundance 2006, andrà sullo schermo il 22 e il 24 Giugno; il 18 e il 28 giugno appuntamento con il grandissimo street artist inglese Banksy e col suo docufilm “Exit through the gift shop”; “Tomboy” (di Sciamma) è in programma il 23 Giugno; “About Elly” (primo film del regista Farhadi, già director di “Una separazione”, vincitore dell’orso d’argento a Berlino 2009) sarà all’arena allestita dentro il parco il 24 e il 30 Giugno. Se poi ignorate l’esistenza di un campionato del mondo di calcio giocato in Patagonia nel 1942, allora fate un salto il 17 e il 19 Giugno e gustatevi “Il Mundial dimenticato” (di Garzella e Macelloni). Il 20 giugno invece, in contemporanea in tutta Italia per la giornata mondiale del rifugiato di Amnesty International e OSFE, spazio al documentario “Mare Chiuso”, col quale Andrea Segre e Stefano Liberti raccontano il dramma dei respingimenti nel canale di Sicilia. Una menzione speciale va fatta, infine, per la data del 25 giugno, quando Leonardo Cesari e Daniele Pozzovio daranno musica al cinema visionario di “Metropolis”, il capolavoro espressionista di Fritz Lang. Il film, datato 1927, ha ispirato registi e sceneggiatori fino ai nostri giorni, con citazioni in “Blade Runner”, “Brazil”, “Guerre stellari”, “Matrix”. Cesari e Pozzovio, musicisti di provenienza jazzistica si metteranno idealmente al servizio di immagini potenti e incredibili per l’epoca – i grattacieli, gli inferi del sottosuolo, il robot-donna Hel – seguendole con le loro melodie ed esaltandone la modernità.