Il pop irriverente dei Kutso al Supersanto’s

0
19

Si chiamano Kutso. Si pronunciano come la parola che indica volgarmente l’organo sessuale maschile. Al Supersanto’s approda questa sera una delle band rivelazione del circuito musicale alternativo.

I Kutso infatti hanno vinto l’edizione 2011 del Martelive e il “premio tutto digitale”, all’interno del M.e.i (Festival della produzione musicale e culturale indipendente italiana) per l’uso creativo della musica. Il loro genere potrebbe definirsi pop rock ironico, anche se loro dicono di proporre un miscuglio tra Michael Jackson, Totò, Beatles, Gaber, Nirvana e Lucio Battisti. Addirittura Nietzsche e Pasolini.