Tirabassi, il jazz e la canzone romana

0
19

L’attore Giorgio Tirabassi nelle vesti di musicista jazz questa sera è ospite col suo Quintet del Csoa ex Snia.

L’ensemble vuole evocare quella Roma ormai lontana, la Roma delle feste di Nagone (Navona) e di Testaccio, della festa delle fragole, ma anche la Roma papalina, della “malaria” e delle «vele barbaresche avvistate nel porto di Civitavecchia ancora una volta il 28 maggio del 1802», come racconta Zanazzo. Vuole provare a riavvicinarsi alla canzone romanesca, reinterpretandola con arrangiamenti di gusto diverso, di altra provenienza musicale. Con arrangiamenti nient’altro che jazz.