Soundrome, dancefloor sotto il cielo di Roma

0
45

E’ l’evento elettronico dell’anno. Raduna su un solo palco, in un solo giorno, tutto o quasi il meglio della scena dance contemporanea. Oggi, allo Stadio Olimpico, va in scena la prima edizione del “sounDrome”, vera e propria “chiamata alle armi” per il folto popolo techouse capitolino, che dal primo pomeriggio e fino a mezzanotte si radunerà al Foro Italico per ballare con alcuni dei più grandi dj del mondo. E comunque con quelli più famosi.

Attesissimo è Tiesto, ormai un’istituzione dell’elettronica. Ovunque suoni, chiunque lo va a sentire. Folle immense accalcate per vederlo in azione, per chiudere gli occhi e volare al ritmo dei suoi bpm. Proclamato per tre volte consecutive il mioglior dj al mondo dalla rivista Dj Magazine (dal 2002 al 2004), il producer olandese ha pubblicato il suo ultimo album nel 2009. Inutile dire che “Kaleidoscope” – questo il titolo del disco – è stato l’ennesimo successo, osannato dalla critica specializzata e comprato a bizzeffe dai fan.

Poi c’è Sebastian Ingrosso, noto al grande pubblico per il remix di “How soon is now”: un classico della vocal house nel quale spicca la partecipazione del re mida della dance David Guetta. Il cui vero pupillo, però, è Nicky Romero (in consolle subito dopo Ingrosso), al quale ha regalato il successo planetario concedendogli il remix del suo brano cult “When love takes over”.

A sbandierare il tricolore ci penseranno gli esperti Planet Funk, da anni sulla cresta dell’onda grazie a pezzi come “Inside all the people”, “Who said” e “The switch”, suonati ancora oggi nei dancefloor di mezzo mondo. “These boots are made for walkin” è il nome dell’ultimo singolo di Alex Neri & co., tormentone scelto dalla Rai come colonna sonora per gli Europei di calcio. Rimanendo in casa, si esibiranno anche i Crookers, innovativo e geniale duo milanese che mixa underground, rap, house, fidget e trance con uno stile che è indefinibile, e forse per questo unico. Le performance di Pete Tong, Max Vangeli, Congorock, Riva Starr e D. Lewis completano il palinsesto di una rassegna che non ha precedenti a Roma. Un megaparty all’insegna della musica ma anche del divertimento sano e consapevole. “Roma non stona” è infatti lo slogan scelto da “soundRome” per sensibilizzare i giovani a non abusare dell’alcol e a non assumere sostanze stupefacenti.

Silvia Nitrato Izzo