“A Different Water – THE ANTHONY\’S VINYLS

0
55

Con la nuova creatura “A Different Water” i The Anthony's Vinyls si riaffacciano sul mercato discografico indipendente, dando continuità ad un percorso intrapreso due anni fa e che ha portato il quartetto alternative/indie/pop di Valmontone a risultati confortanti, da vittorie o ottimi piazzamenti in vari contest ed aperture ad artisti di prima fascia.

I tratti decisamente british, ma anche americani nel ritornello, fanno di “Chinese Eyes” un brano dal clima spensierato, particolarmente adatto come opening-track del lavoro, cosa che si potrebbe dire anche della fresca e frizzante “Disengaged”, il quale titolo rispecchia in pieno l'atmosfera estiva di una canzone dalle sfumature dance che sarebbe attuale anche nelle spiagge di quest'epoca. Si prosegue a livelli di orecchiabilità molto alti con “Lady”, dal riff iniziale che entra prepotentemente in testa per non uscirne più, caratteristica principe del pop mista alla particolarità dell'indie. Un altro brano da radio è “Morning Rain”, ennesima scarica alternative all'ennesima potenza in cui le sonorità minimali ma incisive della band contribuiscono all'efficacia di una prima metà dell'album molto diretta.

Non ci si stupirebbe se nel videogame “G.T.A. Vice City”, proprio nelle “scene” in cui si ruba la macchina dello sfortunato di turno per fare baldoria, si accendesse la radio per imbattersi in “Smoking Clouds”, sesta traccia del disco dall'inframezzo electro/beat ma dal sound generale ancora orientato sulla scena britannica. Dopodichè, la title-track “A Different Water” cambia temporaneamente faccia al lavoro: il suo lungo ed intenso strumentale in stile Mew, molto piatto in questo caso ma sicuramente più apprezzabile dal vivo, anticipato da una breve intro di batteria, introduce l'ascoltatore in una fase più ipnotica e riflessiva, fuori dagli schemi precedenti, continuata dalla successiva “The Waves”. E' poi il finale da sballo di“W.L.G.”, la traccia più energica delle dieci registrate, con influenze pre-hard rock, a riportare tutti sulla via disegnata dai The Anthony's Vinyls, portata a termine da “Sticky Fingers” (di cui è stato girato il videoclip), in un album in cui emergono gli ottimi propositi di un gruppo dalle idee chiare e che in non molto tempo ha fatto grandi passi in avanti. Fortemente consigliata la Gran Bretagna: l'Italia è un paese per vecchi.

 

TRACKLIST

1 – Chinese Eyes

2 – Disengaged

3 – Lady

4 – Morning Rain

5 – I Wanna Give It A Try

6 – Smoking Clouds

7 – A Different Water

8 – The Waves

9 – W.L.G.

10 – Sticky Fingers

 

"A Different Water” è stato registrato, mixato e masterizzato presso lo “Snakes Studio” di Roma.

Marco Reda

 

http://www.myspace.com/theanthony39svinylsMySpace page

https://www.facebook.com/pages/The-Anthonys-Vinyls/181918028496697Facebook page

"Sticky Fingers"