\”City Nights\” – SWEET DANGER

0
40

Mentre nel calderone bolle nuovo materiale, gli Sweet Danger proseguono nella promozione live del loro Ep d'esordio, “City Nights”, rilasciato sotto etichetta indipendente This Is Core Records. Il quartetto di Civitavecchia composto da Simone Sciarrini, Giordano Paoletti, Francesco Capuani e Flavio Scipione propone con questo lavoro di quattro tracce (integrato poi da altre due) un po' di sano punk-pop moderno, quello che negli Stati Uniti ha fatto il boom qualche anno fa “aggredendo” una vasta fascia di pubblico che funge da treno per la condivisione musicale, quella giovanile.

I Need To Know”, di cui è stato autoprodotto il videoclip, è il miglior biglietto da visita della formazione: suoni distorti ma non estremi, ritornello accattivante, controcanti alla voce principale azzeccati, buon assolo di chitarra verso il finale e tanta, tanta orecchiabilità sono le caratteristiche principali di un pezzo che non sorprenderebbe vedere in una di quelle compilation da college californiano. A seguire, un'altra “best” dell'Ep, “Whatever You'll Be”, in cui soprattutto nella parte finale è esaltata la voce del frontman Sciarrini, libera di muoversi in un brano dall'alto tasso melodic-punk. Arriva poi il momento di abbassare i toni e“Runaway” riesce perfettamente nell'intento: è la sola chitarra elettrica di Francesco Capuani ad indurire leggermente il brano con un mini solo di apertura, prima di lasciarsi trascinare da atmosfere delicate e sognanti (unico neo, la durata di quasi sei minuti e mezzo, eccessiva per una ballad semicommerciale, non trattandosi di un brano metal o progressive).

It's All You Own”, che inizialmente era la closing track dell'Ep, ha delle sonorità che ricordano Offspring e Sum 41, oltre che il “solito” ritornello che fa breccia nell'ascoltatore. A seguire altre due canzoni che hanno tutte le carte in regola per poter essere lanciate come singoloni da radio, “Everything That Leads Me In Sorrow” e “Fleeting”, simili tra loro e allo stesso modo di impatto, in cui compare anche un po' di elettronica, che vanno a completare un album che fuori dall'Italia avrebbe venduto non poche copie, a dispetto di una crisi discografica che affligge il Paese stesso. Gli Sweet Danger dimostrano, tra l'altro, che c'è ancora qualcosa di buono a livello artistico da pescare nel “Bel Paese”.

 

TRACKLIST

1 – I Need To Know

2 – Whatever You'll Be

3 – Runaway

4 – It'a All You Own

5 – Everything That Leads Me In Sorrow

6 – Fleeting

 

City Nights” è stato registrato presso gli studi di Flavio Scipione, batterista della band.

Marco Reda

http://www.myspace.com/sweetdangerlifeMySpace page

https://www.facebook.com/pages/Sweet-Danger/130087187050312Facebook page

 

"I Need To Know" official videoclip