Anzio Estate, musica e sorrisi sotto le stelle

0
25

Ficarra & Picone, Emma, Sergio Cammariere, Massimo Ranieri, Vincenzo Salemme e Samuele Bersani: è un palinsesto a cinque stelle quello dell’edizione 2012 di “Anzio Estate”, la rassegna più attesa della stagione nel litorale romano.

Sei appuntamenti, tra musica e comicità, da gustare sotto le stelle nella splendida cornice di Villa Adele, dal 15 luglio al 18 agosto. A inaugurare il festival, domenica alle 21.15 (questo l’orario di tutti gli eventi), ci penseranno i lanciatissimi Ficarra & Picone con il loro nuovo spettacolo “Apriti cielo”. I due mattatori siciliani prendono spunto dalle notizie in prima pagina, piene di cronaca nera, politica e religione, per riflettere alla loro maniera – e cioè in modo divertito e divertente – sulla società contemporanea del nostro Bel Paese. Come i precedenti lavori, anche questo è costituito da quadri che, a loro volta, rappresentano la vita quotidiana con i suoi paradossi al limite dell’assurdo. Un cadavere tra i piedi di due improbabili tecnici della tv è solo una sfortunata coincidenza o, come nella migliore “dietrologia italiana”, c’è un oscuro manovratore? Le leve del potere attuale sono in mano a “menti raffinatissime” disposte a tutto o a uomini normali con i loro limiti? Il fanatismo religioso apre le porte del paradiso o fa nascere personaggi e situazioni dai risvolti impensabili? Il divertimento è assicurato.

Il 5 agosto sarà invece il turno di Emma, idolo dei giovanissimi e vincitrice dell’ultimo Festival di Sanremo con il brano “Non è l’inferno”. La nuova tournée celebra e segue la pubblicazione del suo ultimo successo discografico “Sarò libera”, pubblicato lo scorso settembre e aggiornato a febbraio in versione Sanremo Edition. L’album, entrato direttamente al primo posto della classifica di vendita raggiungendo il traguardo del Disco d’Oro in poche settimane, consacra nuovamente Emma come una delle artiste italiane più amate e seguite degli ultimi anni. In scaletta anche i brani dei suoi precedenti dischi: “Oltre” e “A me piace così”. Il giorno successivo, il 6 agosto, ancora musica dal vivo con Sergio Cammariere. Quella del raffinato musicista e cantautore crotonese è l’unica data nel Lazio, e grande è perciò l’attesa per il suo concerto a Villa Adele. Le performance dal vivo di Cammariere sono sempre coinvolgenti, mai uguali a se stesse: in bilico tra improvvisazione, momenti corali, suggestioni di piano “solo” e canzoni capaci di trasmettere emozioni controverse. Il “Canto perché non so nuotare” tour di Massimo Ranieri sarà invece di scena l’11 agosto. Nato in occasione dei 40 anni di attività dell’artista napoletano, lo show è andato ben oltre quella ricorrenza, radunando a teatro oltre un milione di spettatori in sole quattro stagioni. Ranieri canta, balla e recita, interpretando i suoi successi più popolari e alcuni brani dei più grandi cantautori italiani. Lo spettacolo, ideato e scritto da Gualtiero Peirce e dallo stesso Ranieri, è arricchito infine dagli ultimi inediti “Ho bisogno di te” e “Tutte le mie leggerezze”.

Il ferragosto, Anzio lo passerà in compagnia di Vincenzo Salemme, che il 15 agosto presenta il suo nuovo monologo “Il diavolo custode”. «Ho voluto fare uno spettacolo che facesse venire voglia di parlare di più con se stessi, col diavolo che è in ognuno di noi senza averne tanta paura, perché se quel diavolo è lì forse è solo un povero diavolo e non può fare certo del male» dice il comico partenopeo. Che poi rincara la dose: «Magari vorrebbe darci solo una seconda possibilità. Perché, diciamoci la verità, ci lamentiamo spesso con l’universo intero e con la vita che sono stati troppo crudeli con noi. Che ci hanno tarpato le ali, che ci hanno spezzato i sogni. E allora immaginiamo che un giorno il nostro diavolo custode salga sulla terra e venga a dirci: “vuoi tornare a nascere e ricominciare daccapo? La vuoi la seconda possibilità? Ma sei sicuro che ne valga la pena? Ce la farai a fare di meglio? Ecco questo è il tipo di domande che vorrei farmi insieme agli spettatori». Che rideranno senza dubbio e “senza paura” su loro stessi. Il gran galà di fine rassegna, il 18 agosto, è affidato alle canzoni d’autore di Samuele Bersani, tornato a esibirsi dal vivo dopo oltre tre anni di lontananza dai palchi. Osservatore lucido della realtà circostante quanto dei sentimenti, con una scrittura sempre al passo coi tempi il cantautore emiliano si muove tra poesia, paradosso e ironia. Il canovaccio del suo live ripercorrerà praticamente tutta la sua carriera, ormai ventennale: da “Il mostro” a “Chicco e Spillo”, da “Giudizi universali” a “Cattiva”, passando per “Replay”, “Sicuro precariato”, “Spaccacuore”, “Lo scrutatore non votante”, “Il pescatore di asterischi”, “Occhiali Rotti” e, naturalmente, “Freak”.