DEKAWATT live @ Contestaccio – 17/07/2012

0
28

Ore 23:15, serata calda di metà estate: i Dèkawatt, mentre il live club romano Contestaccio ha ancora tutti i propri “ospiti” fuori dalla sala concerti, in attesa di un inizio di qualcosa, accordano gli strumenti per dare il via alle "danze" di un Martedì qualunque. Ad aprire il tutto è l'intro del talentuoso Andrea Mattia, uno dei migliori e più promettenti giovani batteristi capitolini, che prepara il tappeto rosso alla solare e molto radiofonica “A Tempo Col Mio Cuore”, opening-track dell'Ep che porta il nome della stessa band, disponibile per l'acquisto da poco più di un mese. L'influenza del Luciano Ligabue di “Libera Nos A Malo” e “Salviamoci La Pelle” è evidente specialmente nel ritornello, in un brano in cui è da segnalare il riff iniziale di chitarra che entra in testa in maniera inevitabile. Le grandi pulizia sonora e precisione in sezione ritmica, melodica e parti vocali sono presenti anche nella successiva “Qui”, ennesimo estratto dal breve lavoro di Marco Decrestina e compagni,

C'è spazio anche per un po' di funky, quando il pedale wah del chitarrista Simone Coppi introduce il pubblico (che inizia a popolare la sala, incuriosito dal sound del quartetto) nel clima di “Serena Lo Sai”, sempre tra il solare e lo spensierato. Le atmosfere si fanno più delicate solo al quarto pezzo in scaletta (“E' Così Facile”), trainato dalla voce del frontman Decrestina e coronato da un ottimo assolo di chitarra finale di Coppi per una canzone che rievoca le fortune di “Leggero”, a firma (nuovamente) di Ligabue. “Capita Anche A Te”, brano successivo, è uno dei migliori dello show, eseguito ai limiti della perfezione possibile, con una parte iniziale da ballad ed un rock più incisivo e diretto superato il primo minuto, contornato da un'altra fuga solistica da livello pro della Fender di Mr. Coppi e da un finale preciso ed azzeccato. Sono da accendini al cielo, poi, i primi secondi di “Sangue Su Sangue”, da piede a ritmo a terra è invece “ Più Forti Di Così”, ottimo preludio alla conclusiva “La Mia Ossessione”, dai suoni distorti e serrati di un riff che, con maggiore potenza, potrebbe essere dei Metallica e gran ritornello alla Litfiba versione moderna. I sinceri applausi finali sono tutti per un gruppo estremamente valido, uno di quelli su cui vale la pena puntare seriamente per il rock nazionale e nel quale si distinguono un'eccellente sezione ritmica (Andrea Mattia alla batteria e Valerio Mattogno al basso), una bella voce, la giusta dose di tecnica alle chitarre ed una buona tenuta del palco, che uniti ad un sound ordinato e con pochissime sbavature fanno dei Dèkawatt un'interessante realtà emergente.

 

Marco Reda

1 – A Tempo Col Mio Cuore

2 – Qui

3 – Serena Lo Sai

4 – E' Così Facile

5 – Capita Anche A Te

6 – Sangue Su Sangue

7 – Più Forti Di Così

8 – La Mia Ossessione

 

https://www.facebook.com/dekawattFacebook page

http://www.youtube.com/user/DWBANDTube?feature=mheeYouTube official channel

"Qui"