Lost Dogs Laughter, tra Roma e Londra in acustico

0
26

Voce nuda al naturale e chitarre acustiche: questi sono i princìpi basilari del progetto Lost Dogs Laughter, nato nel 2010 dalle menti degli amici Matteo e Luca (bassista dei romani Solifuge) e con già alle spalle un'esperienza di vita e promozione all'estero. La chitarra acustica del primo, infatti, spalleggiata temporaneamente da quella dell'altro amico Roberto, è sbarcata a Londra per presentare alle pignolissime orecchie britanniche dei brani privi di strumenti elettrici ma non per questo scarsi di intensità, che rimandano inevitabilmente alle divagazioni di Jeff Buckley e Thom Yorke, leader degli immortali Radiohead, ma anche al nostrano The Niro. Il ritorno a Roma, dopo quasi un anno di Inghilterra, è servito per riconciliare i due artefici del duo e tentare il successo in Italia. Anche se la speranza di vivere di musica, a sentire loro, non è molto viva: “dopo anni passati a suonare in giro ci si rende conto che la situazione musicale è molto particolare. C'è molta qualità nella musica underground ma girano pochi soldi, o addirittura niente”. Accantonati i bollori da “voglia di rockstar”, dunque, i Lost Dogs Laughter tengono i piedi per terra, puntando ad un obiettivo chiaro: “vogliamo semplicemente comunicare con il pubblico e trasmettere emozioni con la nostra musica. E' difficile anche per noi dare un'etichetta, un genere, a ciò che facciamo, ci si può trovare paradossalmente anche un po' di Metallica, Alice In Chains o Alter Bridge”. Dopo aver rilasciato lo scorso anno l'Ep “A Modern (Acoustic) Fairy Tale”, dal discreto successo in Inghilterra, il duo della “Città Eterna” è alla ricerca di un batterista per sperimentare di più e si prepara a registrare nuovo materiale: “cominciamo a sentire l'esigenza di fare un po' più di rumore, pur mantenendo i nostri set acustici, e per questo abbiamo scelto di prendere un drummer. Non facciamo programmi a lungo termine ma ma vogliamo entrare presto in studio. Abbiamo alle spalle tantissimi concerti e crediamo che sia giunta l'ora di fermarsi e concentrarsi sulla registrazione di un altro Ep. In più puntiamo a fare una tournée in Italia ed Europa”. Con la classica chiusura da “Libro Cuore”: “la musica continuerà a far parte delle nostre vite per sempre quindi continueremo finchè ci divertiremo. Crediamo molto in ciò che facciamo”.

 

Marco Reda

http://www.reverbnation.com/lostdogslaughterReverbnation page

https://www.facebook.com/pages/Lost-Dogs-Laughter/185312814845577?ref=tsFacebook page