Inarrestabile feeling sardo-ispanico

0
24

Che Spagna e Sardegna abbiano molti punti in comune è noto da tempo, dalle varietà dialettali linguistiche alle tradizioni di costume, per non parlare del cibo. A costruire un ponte di parole in musica tra Calangianus, piccolo comune di Oristano, e la patria di corrida e paella, per rendere più completa l'unione, sono stati nel 2011 gli Inarrestabili con il primo sbarco a Madrid, a scopo promozionale di un loro album. Seve, Danilo, Enrico e Gnappo si fanno largo tra le colline sarde dal 2005 a suon di punk e ska con cantati in italiano e spagnolo, unendo melodici riff di chitarra di origine statunitense a velocissime ritmiche di provenienza giamaicana. Il rapporto con la Spagna nascerà soltanto qualche anno dopo il primo periodo del progetto: in seguito ad aver pubblicato due demo tra il 2005 ed il 2008, nel 2010 la band rilascia l'album “Sino Al Sole” (sotto etichetta SG Records) che, dopo un tour in Italia, vede nel 2011 la stessa formazione suonare dal vivo proprio a Madrid. E' però il 2012 l'anno cruciale per l'espatrio degli Inarrestabili: il nuovo disco “Evoluzione”, realizzato sotto la supervisione del fonico dei Punkreas Gianluca Amendolara, arriva alle antenne di un'etichetta indipendente madrilena (Gaser Discos) che lo pubblica e vale un nuovo tour di sei date in terra spagnola, il quale va a toccare anche Barcellona, la terra dei giovani.

In una di quelle date – ricorda la band – abbiamo suonato di fronte a mille persone. E' stata una grande esperienza che ci ha legato molto alla Spagna, in cui torneremo presto”. Nei piani dei quattro sardi infatti c'è un nuovo tour nazional-ispanico, senza però pensare ad un futuro da rockstar nonostante in cantiere ci siano un videoclip e nuovi e freschi brani, da persone semplici: I nostri obiettivi da un certo punto di vista sono stati raggiunti e vorremo continuare per questa strada, cioè suonare ovunque, suonare da qualsiasi parte. Siamo persone semplici e ci piace stare con persone altrettanto semplici, ci piace questo stile di vita, conoscere gente nuova, vedere posti diversi, viaggiare. Inoltre il rapporto con la gente per noi è importante, non amiamo le barriere e se c'è una cosa che ci interessa è dialogare con la gente, condividere le nostre idee con gli altri”. E' poi immancabile di questi tempi (e magari va anche di moda) l'appello al ribellarsi alla sconfortante situazione economico-politica italiana: “Ci piace tutto questo? No… E allora muoviamo il culo e diamoci una mossa per cambiare le cose”. Anche in questo, tra l'altro, Italia e Spagna sono simili.

 

Marco Reda

 

http://www.inarrestabilipunkrock.com/Inarrestabili official site

http://www.reverbnation.com/inarrestabiliReverbnation page

https://www.facebook.com/InarrestabiliFacebook page

 

Revoluciòn