Letteratura, è morto lo scrittore americano Gore Vidal

0
33

Si è spento all'età di 86 anni lo scrittore, drammaturgo, saggista, sceneggiatore e candidato politico statunitense Gore Vidal nella sua casa di Hollywood Hills per complicazioni da una polmonite. Lo ha reso noto suo nipote al Los Angeles Times.

Sceneggiatore, politico e analista, autore di 25 romanzi, Vidal è stato un gigante della letteratura americana al fianco di Norman Mailer e Truman Capote. Nei primi anni cinquanta, usando lo pseudonimo di Edgar Box, scrisse tre romanzi gialli su di un detective immaginario di nome Peter Sergeant. A soli 22 anni stupì la comunità internazionale con la sua opera “La Statua di Sale”.

Nel 1960 si trasferì in Italia, a Ravello, per poi essere ingaggiato ad interpretare sè stesso in "Roma" di Federico Fellini. Nel 1987 scrisse una serie di saggi come Armageddon, che esplora gli intrighi del potere nell'America moderna e condanna in maniera spietata la politica presidenziale di Ronald Reagan.

Il New York Times, oggi, lo ha voluto ricordare così nel suo necrologio: “Il signor Vidal era agli sgoccioli della vita, una figura di Augustea, che credeva di essere l'ultimo di una razza e, probabilmente, aveva ragione”. (asca)