Dal web ai palchi: Chasing Planets

0
45

Quando MySpace era ancora ai vertici della diffusione musicale su Internet, una band inglese chiamata Arctic Monkeys passò dall'essere una perfetta sconosciuta ad una delle realtà più importanti dell'era britannica moderna, puntando sul grande potere che il web ha assunto da pochi anni a questa parte. A Roma c'è un'altra formazione che ha tentato di percorrere la stessa strada, seppur con risultati meno immediati ma non per questo meno incisivi: caricando online i brani “Past Mistakes” e “Mistery Of Time” per valutare il riscontro di pubblico, i Chasing Planets hanno constatato sulle proprie pelli l'importanza di YouTube, Facebook e via dicendo, aggredendo con successo il pubblico a suon di punk/rock moderno, di matrice statunitense. Il sound esplosivo, orecchiabile e di grande attualità di Camilla, Marco, Ugo e Jai è sbarcato anche all'Eastpak Tour 2012, oltre che per la promozione live a Roma, in attesa di accompagnare punk band affermate in tour in Europa. “A fine 2012 uscirà il nostro album di esordio per un'etichetta indipendente italiana e gireremo l'Italia con la nostra musica – anticipano i capitolini – e stiamo lavorando ad un videoclip. Inoltre, sono in preparazione dei nuovi brani che comporranno un full-lenght album di dieci-dodici tracce”. Farsi conoscere in giro per la Penisola è il primo passo verso l'affermazione, se sul sedile del passeggero del furgone dei Chasing Planets sarà seduta la fortuna. O un buon Angelo Custode, a supportare un genere musicale che nel nostro paese purtroppo stenta a “campare” giovani musicisti.

Marco Reda

http://www.myspace.com/chasingplanetsthebandMySpace page

https://www.facebook.com/pages/Chasing-Planets/137123516316838Facebook page

"Past Mistakes"