Il pop surrealismo diventa adulto con Dilka e la sua FUGA SELVAGGIA

0
30

E’ la sua prima personale in assoluto, ed è anche l’appuntamento di apertura della nuova stagione della galleria Mondo Bizzarro. La sorprendente artista di origine siberiana Dilka approda nello spazio di via Sicilia 251 con le opere sospese e malinconiche della sua “Fuga selvaggia”.

Con “The wild escape”, questo il titolo dell’esposizione in programma fino al prossimo 8 ottobre, il pop surrealismo diventa finalmente adulto. Non più bambine, non più sognanti: le donne, così debbono chiamarsi, rappresentate dall’artista kazaka hanno corpi esili, visi grandissimi e occhi ipnotici da cui sembra impossibile distogliere lo sguardo. Una di loro è addirittura nuda: non in posa erotica quanto piuttosto naturale, senza tempo: selvaggia, appunto.

E’ da tempo, ormai, che Dilka Nassyrova sta facendo parlare di sé; negli Stati Uniti soprattutto, celebrata dal magazine Juxtapoz, ma anche sul web, dove continua a spopolare grazie ai suoi lavori che, come sottolineano i curatori della mostra capitolina, esprimono «un meraviglioso ritorno all'infanzia, il lusso di guardare il mondo con sguardo innocente e stupito, restituendo ai nostri sensi una realtà nuova, più pura, come ispirata dalle favole».

Fra. Ga.