TOOT live @ Contestaccio – 16/09/2012

0
25

E' possibile (se non nel migliore dei modi quasi…) electro-dance, house e rock, tenendo viva l'attenzione del pubblico da inizio a fine concerto, senza mai annoiarlo? La notte tra il 16 e il 17 Settembre 2012 ha dato dimostrazione che si può fare, con lo show di presentazione al Contestaccio del nuovo Ep dei romani TOOT (“Loading…”), dopo la grande apertura dei Gesamtkumstwerk (non è uno scherzo, è l'impronunciabile nome di un quartetto assai promettente). Gli headliner di turno hanno quasi del tutto variato il proprio stile dagli inizi al giorno d'oggi, passando da un brit-pop mischiato con il funk ad un, appunto, electro-rock che abbraccia di più l'elettronica (synth, tastiere e Sua Maestà processore Mac al posto del basso) ma conserva ancora l'energia di una chitarra elettrica distorta, per un progetto molto originale ma che in realtà nella scena underground è parecchio d'attualità ultimamente. Il fatto di aver regalato, a fine concerto, la propria nuova creazione (appena quattro canzoni) ai presenti all'appello ha poi permesso loro di diffondersi sul serio a tutto il locale, tra amici e perfetti sconosciuti, obiettivo più importante di ogni band emergente.

Lo show è intrigante dall'inizio alla fine: la precisione nelle ritmiche del talentuoso batterista, dotato di cuffie per seguire alla perfezione il beat proveniente dalla postazione elettronica alla sua sinistra, è disarmante nonché una sicurezza per tutta la formazione, più avanti la presenza scenica di chitarrista e cantante (alle quali movenze il palco sembra andare stretto) cattura l'occhio mentre un tizio con cappello nero firmato e felpa in stile australiano si diverte alla console e dà quel tocco di particolarità al pulitissimo sound proveniente dallo stage. Il risultato è una vera bomba. L'unica pecca, ad assoluta volontà dalla band, è la mancanza di un vero basso elettrico che dia ancor più profondità ai loro pezzi. Da solo il synth sembrerebbe non bastare e lo dimostra la famosissima cover dei Blur “Song 2”, soundtrack del glorioso videogame di calcio FIFA 98, in cui una fedelissima riproduzione del brano non maschera il “problema”. Per il resto, i ragazzi sono giovani, promettenti e sicuri di sé. Con la giusta spinta si potrebbe fare qualcosa di importante. Magari a Londra o Berlino…

Marco Reda

 

1 – Why You Make It So Hard

2 – Friendship Is The Cure

3 – Battlefield

4 – Song 2 (cover Blur)

5 – Powder

6 – The Party Is Going Over

7 – Strawberry Taste

 

https://www.facebook.com/pages/TOOT/116423845087269Facebook page

http://soundcloud.com/tootband/toot-powder – “Powder