“Musicisti? No grazie”: l\’umiltà degli Another Different Sun

0
45

Il nostro nome è un concept, un modo malato e sentimentale di vivere l'amore e la vita”. Con queste parole gli Another Different Sun, dalla provincia di Padova, presentano al pubblico il loro progetto tutto italiano, dalla lingua scelta per i cantati alle sonorità alternative rock, intrise un po' di indie e pop, di quelli che con impegno, dedizione e la giusta dose di buona sorte avrebbero le potenzialità per emergere dal mondo underground. Ma sembra che questo non sia affatto il reale obiettivo dei quattro veneti: “non pensiamo di sfondare nella musica – confessano – perchè è un mondo strano e lo vediamo anche e soprattutto nelle realtà locali. Però senz'altro la musica è qualcosa di fondamentale per le nostre vite”. Da quasi due anni a questa parte la band, dopo un lungo periodo in cui i suoi membri hanno accumulato diverse esperienze, ha pubblicato un solo Ep ma si dice “pronta a realizzare un videoclip e ansiosa di registrare un vero e proprio cd”. Di fare soldi e diventare musicisti di professione, come detto, non ne vogliono sapere. Di buttare anima e corpo sui palchi, invece, non vedono l'ora: “ci piacerebbe che anche nel nostro Veneto ci fossero gli spazi, la volontà della gente e le prospettive per suonare tanto dal vivo, comunque e dovunque. Il nostro primo Ep autoprodotto dovrebbe servire a questo e speriamo di muoverci il più possibile. Noi ci mettiamo il massimo impegno, puntiamo a migliorarci tanto e aspettiamo la risposta degli ascoltatori. Poi si vedrà. Abbiamo voglia di divertirci, come stiamo facendo, e suonare musica nostra”. Magari, con l'occasione giusta, cambieranno idea sul loro futuro.

Marco Reda

http://www.anotherdifferentsun.it/Another Different Sun official site

http://soundcloud.com/anotherdifferentsun/Soundcloud profile

https://www.facebook.com/pages/Another-Different-Sun/264182410271056Facebook page