In scena al Golden “Chat a due piazze”

0
36

La stagione del Teatro Golden si apre nel segno delle risate. E del maestro delle risate Ray Cooney, autore di “Chat a due piazze”, la brillante commedia degli equivoci in scena nella sala di via Taranto 36 da oggi al 21 ottobre.

Diretta da Gianluca Guidi, la farsa dell’ottantenne scrittore inglese – considerato il Faydeau d’Oltremanica – è il seguito della pièce campione d’incassi “Taxi a due piazze”. E protagonista è ancora una volta un tassista (Mario Rossi, nella versione italiana di Luca Barcellona) sposato da vent’anni con Barbara, nella casa di piazza Irnerio, e allo stesso tempo marito di Carla, con cui divide l’appartamento a piazza Risorgimento. Per non farsi mancare nulla, Mario ha poi anche due figli adorabili: naturalmente non sono fratelli.

Seguendo una precisa pianificazione di orari e turni di lavoro, per anni riesce a vivere nascondendo la verità alle rispettive compagne. La vita gli sorride e il suo segreto è al sicuro, almeno fino a che i suoi “pargoli” non si conoscono casualmente in chat. Quando poi i due decidono di incontrarsi, la “tranquilla” doppia vita di Mario rischia di andare in frantumi. Lo sventurato cerca allora con ogni mezzo di salvare il suo segreto, aiutato anche dall’amico Walter, in una progressione di equivoci, coincidenze e bugie che, con un ritmo infernale, implodono l’una nell’altra. E che conducono per mano lo spettatore a un finale clamoroso e del tutto inaspettato.

Lo spettacolo segna il ritorno sul palco di Raffaele Pisu (in alternanza con Nini Salerno), ad affiancare i protagonisti Fabio Ferrari, Gianluca Ramazzotti, Silvia Delfino e Bianca Maria Lelli.