Pivetti & Danieli, sorelle d’Italia

0
32

Irene Pivetti e Isa Danieli portano al Teatro Sala UmbertoSorelle d’Italia”, «avanspettacolo fondamentalista» e «fantaprofetico» scritto da Roberto Buffagni con la direzione musicale di Alessandro Nidi e la regia di Cristina Pezzoli che da stasera al 14 ottobre darà vita a una “fantastoria” del Bel Paese dal 2011 al 2061, regalando un’ipotesi futuribile e tragicomica sull’Italia di là da venire.

Napoletana verace, attrice in teatro con Eduardo De Filippo e con Lina Wertmuller, Tornatore, Scola e Bertolucci sul grande schermo, Isa Danieli sfiderà in un match senza esclusione di colpi la milanese Veronica, attrice, doppiatrice e conduttrice (che nel 2011 ha portato su La7 uno spettacolo dedicato ai 150 anni dell’unità d'Italia). Un vero e proprio incontro di boxe che vedrà impegnate le due attrici mentre rovesceranno e mescoleranno stereotipi e luoghi comuni, pregiudizi e verità sulle inconciliabili diversità delle reciproche appartenenze.

Siamo riusciti a superare il primo centocinquantenario dell’Unità d’Italia, ma come riusciranno i nostri fratelli e sorellie d’Italia ad arrivare ai prossimi e misteriosissimi cinquant’anni? Cosa succederà al Nord e al Sud così come li conosciamo? Il viaggio compiuto da Isa Danieli e Veronica Pivetti porterà ad esplorare inaspettate contaminazioni musicali ed emotive. Risuoneranno le note nostalgiche e tradizionali di “O sole mio”, “O mia bela Madunina”, “Santa Lucia luntana”, “Nostalgia de Milan”, insieme al raffinato cabaret dei Gufi e di Cochi e Renato, passando per Domenico Mudugno e la macchietta, senza dimenticare un classico come “Munastero ’e Santa Chiara”.

L’apice della trasformazione sarà una versione milanese di “Napul’è” di Pino Daniele contrapposta alla napoletanizzazione di “Vincenzina” di Enzo Jannacci. Lo scontro porterà a un’imprevista separazione e nella seconda parte della storia, ambientata in un futuribile 2061, troveremo l’Italia alla rovescia, con Isa la Tirolese e Veronica l’Ottomana che narreranno al pubblico che cosa è accaduto al nostro Paese e come si è arrivati all’imprevedibile.

Chiara Cecchini