“Eva Braun coniugata Hitler”

0
37

Compagna di una vita e sposa per un solo giorno. Al Teatro Arcobaleno debutta stasera (fino al 14 ottobre) “Eva Braun coniugata Hitler”, un ritratto inedito e sconvolgente che offre un’attenta analisi psicologica dell’amante che il Fuhrer sposò nelle ore precedenti il loro suicidio, che mise fine al delirio nazista.

La Braun, interpretata sul palco da Marianna De Micheli, sembra quasi sottrarsi al giudizio degli storici per l’indecifrabile ambiguità della sua figura: complice o vittima del Fuhrer? Il testo di Luciana Grifi cercherà di trovare una risposta al dubbio amletico.