Da “Sanremo Giovani” al thrash metal: Dioneo e i Contraria-Mente

0
52

Dalla delicata melodicità della musica italiana alle più dure sonorità del metal americano. Qualche anno fa Dioneo, aspirante cantante di Catanzaro ora trentaduenne, non avrebbe pensato di cambiare percorso artistico in modo così netto, passando dalle apparizioni tv e i concorsi canori tradizionali come “Sanremo Giovani” all'energia del “metallo”, accompagnato dal mistero dell'abbigliamento gothic/dark. Sarà stato per il non aver incontrato la gente giusta, durante il suo iniziale cammino, o i classici “furbi” di turno che chiedono soldi per lanciare una giovane promessa. Sarà stato a causa di un radicale cambio mentale e stilistico, pur conservando testi in lingua italiana. O sarà stato l'incontro con Gianluigi Lama, Fausto Bisantis, Leandro Condello e Ernesto Puleo a convincerlo a cambiare tutto e passare da un progetto solista a una band, i Contraria-Mente. “La nostra musica è diversa dalla solita solfa che si sente in Italia – è l'urlo di Dioneo dall'“Inferno” del mondo underground, dal quale i calabresi sperano di emergere presto. Magari già con l'album di otto brani sul quale stanno lavorando, dal titolo “Contraria-Mente”, fratello minore del primo disco del gruppo, quel “Dioneo” (2011) che ancora dava più risalto al frontman rispetto all'intera formazione. “Circa un mese fa abbiamo deciso di accantonare la storia del cantante solista e diventare una band a tutti gli effetti” aggiunge Dioneo, che ora spera nella chiamata giusta. L'aver conservato l'italiano come lingua per comunicare in musica è stato sicuramente una mossa giusta, per cominciare. Chissà se l'unione con un metal tipicamente di matrice statunitense farà il resto.

Marco Reda

http://www.myspace.com/dioneomusicMySpace page

Rumore” official videoclip