Tacchi misti, 4 attrice in 16 paia di scarpe

0
29

Ultimi giorni per vedere a Roma un'opera che in due settimane ha trovato in Italia sempre più consensi, dopo aver girato e ricevuto applausi e riconoscimenti negli Stati Uniti. Un successo in costante crescita anche alla sua prima volta nel bel paese, proprio come il numero di scarpe nel ripostiglio di una qualsiasi casa in cui dimora una donna. E qui si parla appunto di “Tacchi misti”, 16 paia di scarpe, 4 attrici, 16 personaggi femminili venuti fuori dall'abile penna di Gloria Calderòn Kellett nel suo “Accessories” (Casini editore), da cui è tratta l'opera in scena al Teatro Due fino al 14 ottobre per la regia di Ferdinando Ceriani.

Avventure ed esperienze a volte ironiche, altre più graffianti, narrate, cantate e ballate in una sequenza rapidissima di ritratti dalle brave Carla Ferraro, Valentina Martino Ghiglia, Corinna Lo Castro e Silvia Siravo. Donne che vogliono essere ascoltate, che vogliono raccontare e che sperano di trovare nel pubblico una spalla o meglio ancora un complice.

“Tacchi misti” è una sorta di “roulette russa” dove, ad ogni numero, corrisponde un paio di scarpe e un nome (la fidanzata, la casalinga, la cinica, la dea, la ladra, la prima donna ecc.). Insomma ce n'è davvero per tutti i gusti, e ogni spettatrice potrà “trovarsi” davanti il suo alter ego, e ogni uomo potrà riconoscere sul palco le donne della sua vita… Ballerine o tacco 11 non fa differenza, ma occhio alle scarpe!

gds