99 Posse, quei bravi ragazzi

0
27

Il “Cattivi guagliuni tour” dei 99 Posse fa tappa stasera nella capitale per l’ultima delle esibizioni live nel Lazio, almeno per questo 2012. Sul palco del Circolo degli Artisti il gruppo napoletano porterà le canzoni di un ultimo album, uscito lo scorso ottobre a dieci anni dal precedente, il cui brano omonimo nei mesi di lancio è giunto a conquistare la vetta della classifica della Indie Music Like (i brani indipendenti più trasmessi dalle radio italiane).

Il video del brano, tra l’altro, è stato girato dal regista Abel Ferrara a settembre del 2011, quando ospite del festival del cinema di Venezia ha seguito gli occupanti del Valle che si erano insediati al Teatro Marinoni al lido, ripulendo e riaprendo quello che si stava trasformando nell’ennesimo spazio culturale abbandonato a se stesso. Zulu e soci si erano ufficialmente sciolti nel 2005, ma poi hanno trovato l’energia per tornare assieme nel 2009, anche sull’onda del tour per i loro venti anni di carriera.

Quella dei partenopei è una voce unica e nei secoli coerente; lucida, radicale e underground come nel primo disco pubblicato nel lontano 1992. Il loro linguaggio suona persino più affilato e diretto di prima, certamente più maturo. “Cattivi guagliuni” ripropone poi l’efficacissima miscela di generi che caratterizza da sempre il sound della band: dall’r’n’b tinteggiato di reggae della title track ai suoni nu disco di “Confusione totale” e “Penso che non me ne andrò”, fino all’hardcore punk di “La paranza di San Precario”. E poi c’è il raggamuffin di “Canto pe’ dispietto” e l’hip hop duro e crudo di “Morire tutti i giorni” e “University of Secondigliano”.

Anche i testi confermano confermano i tratti distintivi del gruppo, intrisi di attivismo, denuncia sociale, dissacrazione e alta temperatura emotiva. Ce n’è per tutti, a destra ma anche a sinistra (esempio ne sia “Yes weekend”, con le voci campionate di Bersani, Franceschini e Finocchiaro). E non manca il consueto humor, in gran spolvero in “Tarantelle pe’ campà”, il singolo realizzato con Caparezza che sta accompagnando questa ultima tranche di tournèe.

Fra. Ga.