Halloween col Rocky Horror

0
18

Sarà un Halloween davvero speciale, un Halloween da passare al cinema. Stasera e domani nelle sale italiane (sono quindici quelle di Roma e provincia, elenco completo su www.nexodigital.it) torna in edizione restaurata “The Rocky Horror Picture Show”, il musical capolavoro di Jim Sharman mai passato di moda dall’anno della sua prima proiezione, il lontano 1975; un cult movie che fonde horror, sesso e rock’n’roll in quello che è un vero e proprio inno alla libertà d’espressione, e che in tantissimi paesi (a Milano grazie al cinema Mexico, ma anche a Berlino e negli Stati Uniti) non è mai “uscito” dalla programmazione.

Grazie all’alta definizione e allo straordinario audio 7.1. del restauro, sarà come vederlo e ascoltarlo per la prima volta. Senza contare che durante la “notte delle streghe” di domani i fan più accaniti avranno la possibilità di gustarselo eccezionalmente a mezzanotte e trenta, sulle poltrone dell’Uci Porta di Roma.

Disinibito e peccaminoso, il “Rocky horror”, come si suole abbreviarlo, racconta la storia di Janet (una giovanissima Susan Sarandon) e Brad (Barry Bostwick), due fidanzati molto pudichi che trovano rifugio da un temporale in un castello inquietante. Il non meno angosciante maggiordomo Riff Raff (Richard O’Brien) li introduce al padrone di casa, il Dr. Frank-N-Furter (Tim Curry), abbigliato solo di tacchi a spillo, calze a rete, babydoll e guanti di pizzo. I due ragazzi sono capitati in un’occasione molto speciale: la convention dei trans-vestiti della Transilvania, il fatidico momento in cui Frank-NFurter dà vita a Rocky, la perfetta creatura sessuale. I fidanzatini rimangono sconvolti dai bizzarri personaggi che abitano il castello, ma sono costretti a fermarsi per la notte che segnerà la loro iniziazione al sesso. Di ogni tipo.

L’invito degli organizzatori, Nexo Digital e Uci Cinemas, è di recarsi in sala assolutamente mascherati, proprio come impone la tradizione di “The Rocky Horror Picture Show”, da sempre uno spettacolo nello spettacolo per via degli attori appositamente travestiti che ripropongono dal vivo proprio le scene della pellicola e dello stesso pubblico che lancia riso in sala quando i due fidanzatini fanno da testimoni al matrimonio o tira rotoli di carta igienica quando compare il perverso avvocato. Insomma, se farete parte del pubblico, quantomeno preparatevi psicologicamente.