Enjoying punk/pop: Nice Price

0
19

Leggete in italiano la parola “steek huzzy”. Il risultato vi farà ridere di sorpresa, o quantomeno sorridere un attimo. C'è chi ha pensato bene di intitolare così un proprio album, un Ep per la precisione, per colpire di più il pubblico. O semplicemente vivere la passione per la musica in totale allegria, senza troppe ansie di arrivare, con la voglia di divertirsi e soprattutto divertire la gente. I Nice Price rispecchiano al meglio questo stereotipo di band ed uniscono la capacità di fare gli scemi con il genere musicale più indicato in questo senso: il punk/pop americano, quello di Sum 41 e Simple Plan, orecchiabilità per tutti allo stato puro. C'è chi si lamenta, ovviamente solo in Italia, del fatto che l'inglese sia poco comprensibile e che per imparare un testo ci vuole “troppo impegno”, c'è invece chi considera quella della Regina Elisabetta, i Beatles e David Beckham la lingua internazionale da adottare in ogni caso. Questo quartetto di Pavia (Chris, Gab e Luz più il chitarrista di supporto live, “Maestro”) accontenta tutti, con canzoni in italiano e altre in inglese, come fecero i milanesi Finley per il loro album d'esordio che li lanciò su MTV e non solo. Invece della EMI di Marco Pedretti e compagnia bella, i Nice Price hanno per ora scelto l'etichetta indipendente Keep Hold per promuovere la propria musica, ovvero l'Ep “Steek-Huzzy” che fa parte di un cd più corposo da rilasciare in futuro. “Stiamo valutando con la nostra etichetta l'ipotesi di rilasciare un altro Ep oppure l'intero disco – rivela la band – ultimamente abbiamo partecipato a diversi concorsi e suonato in tanti locali, cosa che continueremo a fare finchè la musica pulserà nelle nostre vene”. Il progetto sembrerebbe fatto apposta per essere commercializzato, anche subito, ma i Nice Price non ci badano: “siamo stati additati da molti come un gruppo troppo commerciale costruito appositamente per spillare quattrini. In realtà di soldi se ne vedono pochi e arrivano solo da quei pochi locali ancora disposti a pagare le band che portano in giro la loro passione. Nessuno ci ha imposto il genere che suoniamo, ci piace farlo e, anzi, ci saranno dei cambiamenti già dal prossimo disco”.

Marco Reda

http://www.myspace.com/nicepriceMySpace page

https://www.facebook.com/NicePriceOfficialFacebook page

Single Per Sempre