Il jazz in una stanza

0
36

Gino Paoli e Danilo Rea: il Teatro Cassia incontra il jazz. Stasera la sala di via Santa Giovanna Elisabetta ospita il concerto intitolato “Due come noi che”, autentica jam session con tanto di improvvisazioni che il 78enne cantautore di Montefalcone e il pianista vicentino hanno pensato per rileggere in chiave jazzistica la musica leggera.

In scaletta, naturalmente, tutto il meglio del repertorio di Paoli, ma anche brani storici di Luigi Tenco e Umberto Bindi, oltre a qualche gemma tratta dalla tradizione melodica napoletana. Le canzoni saranno letteralmente “spogliate” delle loro vesti classiche e reinterpretate in versioni inusuali, inedite, addirittura incredibili, pescando qua e là da generi contigui quali la bossa, lo swing e il bebop. Un dialogo, quello che instaureranno i due musicisti sul palco, coadiuvato da altre superstar del jazz nostrano come Roberto Gatto alla batteria, Rosario Bonaccorso al contrabbasso e Flavio Boltro alla tromba.

Paoli e Rea sembrano ormai diventati una “coppia di fatto” della musica italiana. Il loro sodalizio artistico, nato sei anni orsono, è infatti sfociato prima in un tour che nei mesi scorsi ha registrato il sold out ovunque nello Stivale, poi, dal primo ottobre, nel disco pubblicato per la Parco della Musica Records che è proprio l’incisione in studio del concerto in scena questa sera. Ma l’album “Due come noi che” potrebbe non essere l’ultima prova tangibile della loro proficua collaborazione. Se infatti accettasse l’invito di Fabio Fazio di presentarsi in concorso a Sanremo nel 2013, l’intramontabile Gino ha già annunciato che porterà l’amico Danilo con sè all’Ariston. Staremo a vedere.

Fra. Ga.