Queen d’Ungheria

0
21

Oggi, solo per oggi. In oltre duecento sale in Italia, all’Uci Cinema Roma Est e Marconi nella Capitale. A 21 anni dalla scomparsa di Freddie Mercury, approda per la prima volta sul grande schermo “Hungarian Rhapsody: Queen live in Budapest”, il film-documentario sullo storico concerto che la band inglese tenne il 27 luglio del 1986 al Népstadion di Budapest, davanti a oltre 80mila fan.

Il live, una data del “Magic tour” per promuovere l’album “A kind of magic”, rimarrà nella storia e non soltanto per la mobilitazione di massa del pubblico magiaro. La scaletta della performance ha infatti dell’incredibile: ci sono tutti i pezzi più celebri del repertorio dei Queen: da “Bohemian rhapsody” a “Radio ga ga”, da “Tie your mother down” a “Love of my life”. E ancora “We are the champions” e “We will rock you”, che vede tra l’altro Mercury indossare corona e mantello regale per una delle immagini simbolo della sua immensa carriera.

Firmata da Janos Zsombolyai, la pellicola è una cronaca fedele e puntuale del live del gruppo, uno degli ultimi a cui partecipò Freddie, scomparso il 24 novembre del 1991. Sul palco con lui ci sono Brian May alla chitarra, John Deacon al basso e Roger Taylor alla batteria. Quasi due ore di grande spettacolo impreziosito da frame inediti del backstage e della visita alla città della formazione britannica, fra lo shopping di Freddie Mercury, il giro in mongolfiera di Brian May e una spericolata corsa in go-kart di Roger Taylor.