Emma Marrone, talent d\’Italia

0
25

Energica; solare e inquieta al tempo stesso. E poi rock come quella Gianna Nannini che ricorda tanto per personalità, voce e spirito. Emma Marrone approda stasera al Granteatro di Saxa Rubra per la seconda delle nove nuove date del suo tour autunnale, che celebra la pubblicazione dell’ultimo album “Sarò libera” uscito lo scorso settembre e ristampato a febbraio dopo che la cantante salentina trionfò alla 62esima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Non è l’inferno”.

E l’inferno Emma lo conosce bene, come lo conosce chi passa attraverso il calvario della malattia e ne esce più forte, o come chi si ritrova sotto la lente d’ingrandimento dei media, impietosa nel descrivere dolori e umiliazioni che si vorrebbe restassero privati. “Je m’en fous”, ribadisce lei con un ennesimo tatuaggio che va ad arricchire la collezione di simboli che ha scolpito sul proprio corpo.

Stasera i fan potranno sgolarsi e cantare sulle note dei suoi maggiori successi, da “Calore” a “Cercavo amore”, passando per “Davvero”, “Tra passione e lacrime”, “Con le nuvole” e “A me piace così”: hit dal successo così grande da offuscare nella memoria anche il recente passato della cantante, venuta alla ribalta nella nona edizione di “Amici di Maria De Filippi”, l’accademia dei giovani emergenti di Canale 5 che da dieci anni sforna voci e volti ormai familiari al pubblico anche lontano dalla televisione.

Dopo l’esordio con lo show, infatti, e la consacrazione ufficiale raccolta sul palco della città dei fiori, patria della canzone italiana da più di sessant’anni, Emma è divenuta ormai una realtà concreta della scena tricolore, con un pubblico che sì l’ha scoperta con il “talent”, ma che poi ha finito con l’amarla per il talento.

Chiara Cecchini