Mario Venuti giovedì in concerto al Parco della Musica

0
24

Sulle note dei suoi più grandi successi e dei brani del suo ultimo disco di inediti “L’Ultimo Romantico”, a Roma Mario Venuti si esibirà in un concerto totalmente acustico, piano e voce. Sarà un grande ritorno che ripeterà a Milano il giorno successivo, ma questa volta accompagnato dalla sua band. Dopo “Quello che ci Manca” e “Fammi il Piacere”, il singolo attualmente in radio è “Trasformazioni”, che il cantautore siciliano descrive così:

«Questa canzone è nata parecchio tempo fa, quando si parlava già tanto della fine del mondo predetta dai Maya. Io ci credo poco ma dobbiamo fare quel che dobbiamo, anche se domani finisse tutto». Per la realizzazione de “L’Ultimo Romantico” Venuti  ha collaborato con Kaballà (per la scrittura dei brani) e con Roberto Vernetti (per la produzione artistica).

Questa la tracklist: “Rosa Porporina”, il terzo singolo “Trasformazioni”, “Là ci Darem la Mano”, “Rasoi”, il primo singolo “Quello che ci Manca”, “Con qualsiasi cosa”, “Non sarò io”, “DNA”, “L’Ultimo Romantico”, il secondo singolo “Fammi il Piacere”, “Gaudeamus”, “Terra di nessuno”.

«In un periodo come quello che stiamo vivendo – dichiara Mario Venuti – la parola romantico dovrebbe riacquisire il suo antico significato. Romantico è chi reagisce alla razionalità con l’emotività, la fantasia e l’immaginazione, il romantico insegue il sogno, la visione, la follia. Quel sogno mi ha spinto a fare della musica la mia vita. Bello sarebbe non sentirmi più un sopravvissuto, un animale in via d’estinzione, l’ultimo romantico».

L’album segna il ritorno del cantautore siciliano, a tre anni di distanza da “Recidivo” (2009) e dopo l’esperienza teatrale con il musical “Jesus Christ Superstar”.