Music Raiser, la grande scoperta degli Io Non Sono Bogte

0
33

Un disco in versione musicassetta USB, una lezione di batteria, una consumazione in un locale e un libro guida per gruppi emergenti. Più una cover “fatta male” e la loro musica dal vivo dove vuoi tu. Gli Io Non Sono Bogte si vendono, in tutto e per tutto. Farsi conoscere è l'imperativo per tutte le band emergenti che vogliono fare sul serio. E loro hanno messo in pratica il concetto al 200%, con non poca furbizia. Daniele Coluzzi, Carlotta Benedetti, Dario Masani e Federico Petitto, dalla provincia di Roma, hanno deciso di sposare l'interessante progetto del web Music Raiser per diffondere la loro musica e, allo stesso tempo, coinvolgere la gente con le idee più disparate. Un vero e proprio schiaffo all'immobilismo. CinqueGiorni.it ha scambiato due chiacchiere con Daniele, il frontman della band, per saperne di più al riguardo.

 

Music Raiser è un'iniziativa originale che permette agli artisti di raccogliere fondi per finanziare i propri progetti: come l'avete scoperta e in cosa consiste?

Music Raiser permette agli amici di una band, ai fan o ai semplici ascoltatori, di diventare produttori esecutivi di un album o di un altro progetto simile. Nel concreto si fa una donazione prima che l'album venga realizzato, così da permettere alla band di avere le risorse necessarie per realizzarlo. In questo modo si crea un rapporto diretto con chi ha contribuito, che non si limita a comprare passivamente un album nel negozio, ma partecipa in modo attivo al processo di creazione! Siamo venuti in contatto con Musicraiser grazie al loro personale lavoro di scouting: hanno sguinzagliato decine e decine di talent scout per tutto il web, e uno di loro ci ha appunto segnalato il sito e il suo funzionamento. Abbiamo deciso di partecipare perché era veramente in linea con la nostra idea di musica e di innovazione”.

Vi aspettavate il grande riscontro che avete avuto nella gente durante il progetto Music Raiser?

Sinceramente no. Il nostro è un primo album, e non abbiamo avuto modo finora di farci realmente conoscere e di far ascoltare le nostre canzoni, se non ai live o tramite uno/due video sul web. Proprio per questo non ci aspettavamo che così tanta gente ci desse fiducia comprando l'album a scatola chiusa e supportando il nostro progetto! E' stato davvero emozionante”.

Come nascono gli articolati testi di Io Non Sono Bogte e a cosa si ispirano?

I testi si ispirano a vicende personali e autobiografiche ma tengono sempre d'occhio quello che succede intorno, nel contesto sociale degradante e degradato in cui viviamo. Non ho l'abitudine di sedermi e scrivere un pezzo; le canzoni nascono frase per frase nei momenti più imprevedibili, me le appunto, e poi non faccio altro che metterle insieme”.

Come è nata l'idea di realizzare il libro guida per gruppi emergenti "Rock In Progress"?

E' nato dalla voglia di raccontare quello che sta succedendo in questo periodo nel mondo musicale italiano e, più in generale, nel paese. La gente è stufa dei vecchi sistemi di pensiero e dei vecchi canoni di giudizio, e cerca qualcosa di nuovo. E' il momento giusto per proporre la propria musica”.

Qual è secondo voi la chiave per risollevare la musica in Italia?

Non c'è una chiave; bisogna darsi da fare, dire quello che si vuole dire, e cercare di farlo nel migliore dei modi. Bisogna cercare di essere seri, intendere la musica come un lavoro vero e proprio, e scollarsi di dosso questa odiosa etichetta di 'band emergente' muovendosi con maggiore professionalità”.

Progetti per il futuro?

Nei prossimi mesi lavoreremo a diversi videoclip, che usciranno uno dopo l'altro. Ci piace molto l'idea che l'album non sia finito qui, ma che possa dire ancora qualcos'altro utilizzando la forma del video”.

Marco Reda

https://www.facebook.com/pages/Io-Non-Sono-Bogte/136597669771120Facebook

http://www.musicraiser.com/it Music Raiser sito ufficiale

http://www.musicraiser.com/it/projects/48-la-discografia-e-morta-e-io-non-vedevo-loraMusic Raiser IO NON SONO BOGTE

La Musica Italiana & Altre Stragi” official videoclip