Canova, idee capolavoro

0
94

È una mostra di idee quella che vede protagonista Antonio Canova a Palazzo Braschi da oggi al 7 aprile. In esposizione infatti v’è, come da titolo, “Il segno della gloria”, ovvero il pensiero, impresso sulla carta a mo’ di bozza, da cui il pittore e scultore veneto prendeva le mosse per “confezionare” ogni suo capolavoro.

Un percorso sui generis, e sulle tracce dell’ispirazione artistica, che come sottolineato dall’assessore capitolino alle Politiche Culturali, Dino Gasperini, «ricostruisce la storia di un genio all’interno del disegno». O meglio dei disegni, perchè sono ben settantanove quelli presenti al Museo di Roma reperiti dalla raccolta donata al Civico di Bassano da Giambattista Sartori, fratellastro e unico erede del Maestro di Possagno.

Oltre ai fogli ci sono quindici acqueforti delle opere realizzate, sei modelli originali in gesso, quattro tempere, un dipinto a olio, due terrecotte e due marmi. Un’ampia selezione che definisce il ruolo di “padre della modernità” di Canova nell’Europa del Sette- Ottocento, una modernità esistenziale ed esecutiva, data appunto dall’identificazione dell’intuizione col disegno, ormai prassi dell’arte contemporanea.

Le carte in mostra raccontano perfettamente la varieta  del suo segno e dei metodi di progettazione, individuando poi due principali percorsi di lettura del lavoro canoviano: il rapporto con la scultura antica delle collezioni romane e quello con i personaggi storici e della cultura del suo tempo. Sara  possibile ammirare i grafici preparatori per i monumenti e le sculture di Clemente XIV, Napoleone Bonaparte, Maria Luisa d’Asburgo, Maria Cristina d’Austria, Carlo III e Ferdinando I di Borbone, George Washington, Vittorio Alfieri, Orazio Nelson, e Paolina Borghese Bonaparte oltre alle opere commissionate da Giorgio IV re d’Inghilterra e Joséphine de Beauharnais Bonaparte.

Luci puntate anche sulle incisioni fatte eseguire da Canova per offrire l’immagine del lavoro terminato, come su cinque bozzetti in gesso e in terracotta e due dipinti: tutti parti integranti dell’iter della realizzazione. Completano infine il nucleo espositivo i disegni per tre celebri capolavori: la “Venere Italica”, il “Creugante e Damosseno” per Pio VII ed “Ercole e Lica” per il banchiere Torlonia.

cinque

È SUCCESSO OGGI...

A1

Spaventoso incidente vicino Roma: muore 34enne

Una dinamica ancora tutta da chiarire, ma è stato davvero spaventoso lo scenario che si è presentato davanti ai primi soccorritori ieri sera in via Severiana ad Ardea dove un ragazzo di 34 anni...

Violenza sulle donne, il Campidoglio punta sulla videosorveglianza

"Ribadisco il concetto che il tavolo ha avuto la funzione di fare la ricognizione dell'esistente e metterlo a sistema. Forse non è stato ben comunicato finora ma quel che abbiamo a disposizione è tanto"....

Elezioni Ostia, tanti candidati manca ancora quello del Pd

Ostia, il mare di Roma, tristemente famosa per essere il municipio commissariato per mafia è pronta per il 5 novembre prossimo? Dopo 2 anni di commissariamento il X municipio con i suoi 200.000 abitanti sarà...

Atac, assicurata attività di sorveglianza nelle stazioni della metropolitana

In relazione a notizie di stampa che paventano l'interruzione del servizio di sorveglianza svolto dalle unità cinofile in alcune stazioni metro, Atac precisa che questo ​è solo uno degli strumenti impiegati quotidianamente dalla Security...

Blocco Studentesco Ostia: striscione alla stazione di Acilia contro il sindaco Raggi

“Un altro anno scolastico tra le macerie, Raggi incompetente!” Questa è la frase dello striscione affisso dal Blocco Studentesco all'entrata della metro di Acilia. All'inizio del nuovo anno persistono i vecchi problemi legati all'edilizia...