L’editoria creativa? Un Belvedere

0
36

I visual magazine e gli art book sono i protagonisti della terza edizione di “Belvedere”, il festival dedicato alla “visual culture” e all’editoria creativa, che fa dell’immagine il punto di forza del proprio messaggio spaziando dalla grafica alla fotografia, dalla urban art alla pubblicità.

In scena da oggi al 16 dicembre, la kermesse sarà ospitata dal Macro di via Nizza, dalla Casa delle Letterature e dall’Istituto Europeo di Design, che ne cura anche l’organizzazione.

Il Macro espone come fossero vere e proprie opere d’arte 100 visual magazine (letteralmente “riviste visive”), in un allestimento che prende spunto dal racconto delle eta della vita; una selezione delle migliori copertine internazionali che ritraggono volti di donna e di uomini, formando le une accanto alle altre il ciclo della vita della donna, da un lato e quello della vita dell’uomo dall’altro.

Alla Casa delle Letterature sono invece in mostra gli art book, progetti aperiodici di grande impatto e dalla forte carica creativa, firmati da artisti, illustratori, disegnatori. Proprio nella struttura di piazza dell’Orologio, si segnala il 13 dicembre la presentazione di “A.”, edito da Tricromia: 46 disegni a matita e grafite dell’illustratore Riccardo Mannelli, coordinatore del corso triennale di Illustrazione dello Ied. Il volume verrà presentato da Ascanio Celestini, che trasformerà l’incontro con A., la modella dell’artista, in un racconto intenso e realistico che dialoga continuamente con le illustrazioni di Mannelli.

Il 14 dicembre 2012 nella sede Ied Moda di Testaccio, si terra  infine un’open lesson sui fashion magazine tenuta da Pino Vastarella: un excursus sulle riviste tradizionali di moda e su quelle piu  all’avanguardia, tutte contraddistinte da immagini di moda e “still life” che caratterizzano la nuova comunicazione di tendenza.