Gnocchi & paradossi

0
26

E’ nato prima l’uovo o la gallina? E’ meglio mangiare prima e poi andare a teatro o prima andare a teatro e poi mangiare? Domandone senza risposta, dilemmi di una vita asettica e noiosa su cui Gene Gnocchi si mette scherzosamente a riflettere – domani sera al Teatro Artemisio Gian Maria Volonté di Velletri – col suo “Cose che mi sono capitate… ancora”, spettacolo surreale a immagine e somiglianza del celebre comico di Fidenza.

Al centro, la vicenda di un signore di mezza eta, una sorta di suo alter ego, giunto a consultare un medico per un problema di emozioni, o meglio di mancanza di esse. La sua gli sembra una vita piatta e senza novità, una lastra grigia, senza sobbalzi, caratterizzata solo da piccole cose, minuzie, facezie degne nemmeno di essere menzionate. Come quella volta in cui entrando in un autolavaggio è stato rapito dalla mafia. O quando Sarkozy gli telefonò per proporgli una mission impossibile.

Per non parlare del concorso di Mister Uomo più Bello del Mondo in cui a partecipare erano solo lui e il suo gemello bello. Un vero e proprio inno al paradosso di cui Gnocchi è al contempo abile direttore e illustre soprano.

Daniele Stefanoni