In scena il Capodanno

0
48

Capodanno fa rima con leggerezza e divertimento, come un rito sociale per inaugurare il nuovo anno nel migliore dei modi.

E se esistesse una seconda possibilità nella vita? Vincenzo Salemme ci riflette col sorriso sulle labbra e la sua solita comicita esilarante ne “Il diavolo custode”, per tutto gennaio al Teatro Olimpico (piazza Gentile da Fabriano 17) ma in versione “soirée speciale” per la notte di San Silvestro.

Enrico Brignano è invece il mattatore del Granteatro (via Timavo 34), con una platea oceanica che attenderà il nuovo anno ridendo a crepapelle dei personaggi e dei vizi che il bravo comico romano porta in scena nel suo “Tutto suo padre…e un po’ sua madre”.

Ma non è tutto. All’Ambra Jovinelli (via Guglielmo Pepe 43) Rocco Papaleo saluta il nuovo anno con “Una piccola impresa meridionale Bis”, in programmazione proprio fino al 31 dicembre. E’ un esperimento di teatro canzone con tanto di band dal vivo, ma «a renderla meridionale ci pensa l’anagrafe, mia e della band che tiene il tempo. Anche se sarebbe meglio dire il controtempo, visto che il sud, di solito, scorre a un ritmo diverso», ironizza lo stesso attore lucano.

Al Brancaccio (via Merulana 244) Maurizio Battista festeggia Capodanno con “Una serata speciale… mia moje nun c’è”, tuffo nella comicità più profonda e romana, tra brindisi, cotechino e sketch brillanti. Ma Roma non offre solo veglioni a base di one man show, “Il suo nome era… Il Signor G” – in scena al Teatro Arcobaleno (via F. Redi 1) fino al 13 gennaio – è infatti un omaggio a Gaber a dieci anni dalla scomparsa, con i Pandemonium e un’orchestra dal vivo a ripercorrere le canzoni più celebri del cantautore italiano.

Una serata alternativa? Al Teatro Parioli (via Borsi 20) arriva l’appassionante tango dei fratelli Macana accompagnati da dieci ballerini e musiche dal vivo, con la promessa di scaldare l’ultima sera dell’anno.

Infine una chicca: al parco divertimenti Magicland (via della Pace, Valmontone), nelle varie aree dell’immensa struttura si alterneranno le gag de I Soliti Idioti, Enzo Salvi e Gianfranco Butinar; un’intrattenimento per tutti i gusti mescolato alla musica di alcuni dei piu noti dj italiani (in primis Max Scoppetta).

Daniele Stefanoni