Mechanical Doll, i burattinai

0
52

Lo stato come una bambola meccanica, un mondo in cui l'apparire conta più dell'essere, del pensare e del fare. Quante volte ci si è imbattuti in questi discorsi nei testi degli artisti più disparati? In una cittadina del sud Italia c'è una formazione di quattro elementi che ha legato questo importante concetto sociale al più naturale dei rock in inglese, senza invadere sottogeneri vari, figli dell'evoluzione musicale. I Mechanical Doll sono semplici, collegano bassi e chitarre agli amplificatori, si siedono alla batteria, accendono i microfoni e danno inizio allo show. E' dal 2009 che Silvia Maimone (ora non più parte della band), Salvo Cusenza, Rosario Grillo (attuale bassista-cantante) e Ignazio Vattiata alimentano la scena underground della Sicilia e di Trapani, loro città natale, con l'obiettivo ben preciso di sbarcare all'estero e diffondere un sound pulito e preciso. “Contiamo prossimamente di fare un tour in Inghilterra” afferma una band che a Marzo 2013 pubblicherà il suo primo disco, il quale vedrà una line-up a tre elementi. “La bambola meccanica, intesa come un bel burattino a cui tirare i fili, sembra incarnare lo spirito propinato continuamente dai mass media” è la spiegazione dei tre siculi riguardo il nome del progetto (“scelto non stilisticamente o ad effetto”). Fossero loro i burattinai, di certo, avrebbero già cambiato il mondo. Regalare un po' di musica però non gli costa nulla.

Marco Reda

http://www.myspace.com/themechanicaldollMySpace

https://www.facebook.com/pages/Mechanical-Doll/151169618231988Facebook