“Nibiru” – ABSENT FEET

0
34

Cosa hanno in comune i Maya, la fine del mondo e gli emergenti Absent Feet? Due cose, strettamente collegate tra loro: il 21 Dicembre 2012, giorno indicato dall'estinta popolazione sudamericana come “fine dei tempi”, o “fine di un'era e inizio di un'altra” (il tutto visto dalla gente come la “drammatica e dolorosissima fine del mondo”), questo quintetto romano ha pubblicato il suo ultimo Ep “Nibiru”. Lo stesso disco porta il nome di quel pianeta segreto e da poco scoperto che dovrebbe distruggere la Terra non si sa quando e non si sa come. Qui però è la musica che conta più che l'astrologia e gli Absent Feet tornano sulla scena emergente con un “quattro tracce” molto ben registrato e dalle orecchiabili sonorità brit/pop.

Il loro rimando al sound che caratterizza l'Inghilterra da almeno una decade inizia con “Toy Boy”, singolo di cui hanno girato il video e che non sembrerebbe nemmeno stato creato da una band italiana. La successiva “Riding This Storm” ha nel bellissimo ritornello (ottime armonie ed eccellente parte vocale) la sua carta vincente, per un brano che in questo caso strizza più l'occhio al Nord America che all'Inghilterra. Inspiegabile tuttavia, a mio avviso, il finale secco degli strumenti a conclusione di un pezzo ben costruito da capo a coda. “Antechamber” è una ballad, lenta, apprezzabile e da trasporto. La closing-track “Guru's Speech”, non a caso la più lunga dell'Ep, ha quel finale che sarebbe perfetto da far cantare al pubblico nei palazzetti e in cui si avvertono molto le influenze dei Coldplay. E' il brano più adatto per chiudere un concerto tra l'altro, consiglio spassionato. Nel complesso “Nibiru” è un lavoro breve ma di sicuro impatto sul pubblico, che non annoia mai e non costringe l'ascoltatore ad abbassare il volume per il troppo casino. Promosso a pieno voti.

 

TRACKLIST

1 – Toy Boy

2 – Riding This Storm

3 – Antechamber

4 – Guru's Speech

Marco Reda

http://www.myspace.com/absentfeetMySpace

https://www.facebook.com/AbsentFeetFacebook

Toy Boy” official videoclip