Lady Greys vuole l\’Inghilterra (e un\’etichetta)

0
40

Pretty Loud”, Ep di appena tre tracce, è la perfetta dimostrazione del loro sound, nato in Inghilterra ma diffusosi in (minima) parte anche in America e al giorno d'oggi nell'underground italiano. “Pretty Loud” rappresenta come un disco brit/rock del 2012 possa racchiudere anche sonorità anni '60-'70 simil Led Zeppelin, oltre ad altre più vicine agli Arctic Monkeys. “Pretty Loud” è il lavoro d'esordio dei Lady Greys, giovane quartetto di Roma nato nel 2008 (probabilmente nel paese sbagliato) e deciso a far parlare di sé. E diffondere le loro canzoni, soprattutto all'estero. In Inghilterra (Londra) e Francia (Parigi) ci sono già stati più volte, così come hanno suonato molto a Roma, la loro casa base. Da soli però, in quanto gruppi emergenti, è difficile fare dei passi per i quali servirebbe l'aiuto di qualcuno più navigato, l'eterno problema delle band underground che davvero meritano, come la loro. “Vogliamo trovare un'etichetta indie che gestisca quello che ora controlliamo da soli, oltre che continuare a suonare il più possibile in giro”, spiegano Matteo Cavaggioni, Edoardo Cappella, Lorenzo Migliaccio e Gabriele Giovagnorio, che hanno messo in vendita il loro consigliatissimo minialbum d'esordio su Bandcamp. In cantiere hanno già un videoclip, dopo essersi fatti le ossa dal vivo partecipando a diversi concorsi. Più avanti un album più completo, magari con una label che possa lanciarli. Dopodichè il tempo (e il talento) provvederà…

Marco Reda

http://ladygreys.bandcamp.com/Bandcamp

https://www.facebook.com/ladygreysrockFacebook

Inside Up And Down” videoclip