Lacuna Coil-Cayne: staffetta del gothic rock a Milano?

0
38

“Together As One”. “Tutti All'Unisono”, più o meno letteralmente. E' così che arriva all'ascoltatore la musica dei Cayne, sei strumenti differenti con l'energia di un'unica pallottola sonora. “Together As One” è il titolo di un loro pezzo, che rappresenta le sensazioni che si hanno a primo impatto ascoltando le canzoni di questo sestetto gothic-rock-metal di Milano, nato nel 1999 e tornato da poco sulla scena underground dopo una lunga pausa. Il primo album della band di Claudio Leo (ex membro dei Lacuna Coil e fondatore del progetto insieme a Raffaele Zagaria, non più in formazione), Giordano Adornato, Marco Barusso, Andrea Bacchio, Giovanni Lanfranchi e Guido Carli risale addirittura al 2001 e si chiama “Old Faded Pictures”; a undici anni di distanza da quel disco d'esordio i Cayne stanno per pubblicare l'album che porta il nome della band e rappresenta il loro nuovo inizio, dopo l'Ep “Addicted” che nel 2011 ha costituito la ripresa del progetto (dell'omonimo singolo c'è il videoclip su YouTube). “E' un album che esplora nuovi sentieri pur mantenendo le vecchie coordinate, dove il gothic rock melodico si fonde con ritmiche moderne e violente e dove atmosfere decadenti ed elettroniche incontrano riff metal maestosi, impreziositi dal suono del violino elettrico e indimenticabili melodie” è come i Cayne descrivono la loro nuova creatura, che verrà presentata dal vivo il 26 Gennaio presso il live club “Factory” di Milano.

In realtà questa band che porta come influenze Depeche Mode, Him, Rammstein, Lacuna Coil (manco a dirlo…) e Slipknot (solo in alcuni tratti di determinate canzoni) si era riformata già nel 2007 e tre anni dopo ha avuto l'onore di aprire un concerto dei Saxon (heavy metal britannico) a Trezzo Sull'Adda, Lombardia. Senza contare che nel 2011 ha portato l'Ep “Addicted” in giro per l'Italia come band di supporto al tour nazionale dei Lacuna Coil di Cristina Scabbia. Mica male. Che abbiano perso l'occasione di cavalcare l'onda e sbarcare seriamente nel professionismo non si può dire. Quel che è certo è che, come loro stessi anticipano, il 2013 dei Cayne sarà pieno di sorprese. D'altronde, una band metal che ha in organico un violinista solista (e che violinista) merita di essere presa in considerazione. Intanto, l'in bocca al lupo più grande va a Claudio, chitarrista del gruppo che sta combattendo contro un serio problema di salute.

Marco Reda

http://www.cayne.it/Cayne sito ufficiale

http://www.reverbnation.com/cayneReverbnation

https://www.facebook.com/pages/Cayne/90906933514Facebook

"Addicted" official videoclip