Sorrisi&paillettes, c’è Priscilla

0
56

Centonovantamila biglietti venduti al suo debutto italiano a Milano. Sei mesi di repliche con un’ultima settimana di sold out. Primo musical in classifica quanto a vendite sul circuito Ticketone. E poi quattrocentomila visualizzazioni del sito ufficiale e oltre diciottomila fan su Facebook. Basterebbero i soli numeri a far capire l’entità del fenomeno “Priscilla – La regina del deserto”, in scena da stasera al 10 febbraio al Teatro Brancaccio.

La verità però è che l’opera di Stephan Elliot e Allan Scott, tratta dall’omonima commedia cinematografica del 1994 (trionfante agli Oscar e al festival di Cannes) è divenuta sin da subito un cult soprattutto per la genialità di una sceneggiatura pop e anticonvenzionale: un inno alla tolleranza e all’abbattimento dei pregiudizi – specie quelli sessuali – cantato, urlato e ballato sempre e soltanto con il sorriso sulle labbra.

Lo spettacolo, così come la pellicola, racconta del transessuale Bernadette, del travestito Tick con moglie e figli, di Adam detto Felicia. La loro è un’esilarante avventura on the road in Australia dove, grazie a un ingaggio, porteranno il loro strampalato eppure imperdibile show di drag queen. Con una colonna sonora assolutamente anni Settanta, tra Abba e Ritchie Family, i tre cantano, danzano sulle zeppe e sfoggiano le loro paillettes e i loro ingombrantissimi boa di struzzo, combinando non pochi danni qua e la per la terra dei canguri.

E Priscilla dov’è? Semplice: sempre con loro. Perchè a dispetto di ciò che si possa pensare, il titolo dell’opera si riferisce al nome del pullman con cui gli amici-colleghi si spostano: molto più che un semplice veicolo di trasporto. Questo bus è infatti la cornice della loro storia, la casa dove si rintanano, l’armadio dove si trasformano in regine, il mezzo per raggiungere l’obiettivo: il contratto di lavoro che li attende nella cittadina di Alice Spreeng.

Il musical di Priscilla porta in scena un cast di artisti incredibili a partire dall’affiatato trio Bernadette (Simone Leonardi), Tick (Antonello Angiolillo) e Adam (Mirko Ranu ). Sulla scena si alternano 500 costumi sfavillanti, 60 parrucche e 150 paia di scarpe fatte su misura per uomini en travesti. Le canzoni scelte sublimano i momenti più ficcanti dell’epopea; su tutte, in particolare, spiccano le hit internazionali “I will survive”, “What’s love got to do with it”, “Hot stuff” e “Go west”. La regia di Simon Phillips fa il resto, smorzando i momenti piu  malinconici del film per porre l’accento sulla voglia di vivere e sul grandioso messaggio di apertura mentale e fratellanza che animano proprio la pellicola di Elliott e Scott.

Insomma, un evento teatrale in puro stile Broadway che oltre all’affinata macchina del trucco e parrucco – indispensabile in un musical di questo genere – sembra quasi avvalersi di veri e propri effetti speciali degni del grande schermo. Basti pensare alla rilevanza scenografica di Priscilla, la corriera simbolo della storia. Pesa quasi 6 tonnellate, la sua lunghezza e di 7 metri e mezzo, ha 3 ascensori al suo interno. E una miriade di led la ricoprono e la fanno luccicare.

Fra. Ga.

È SUCCESSO OGGI...

Carta d’identità elettronica, stop a prenotazioni multiple per ridurre tempi di attesa

Ridurre i tempi di attesa per il rilascio della carta d’identità elettronica. Con questo obiettivo l’Amministrazione capitolina ha ottenuto l'aggiornamento del sistema di prenotazione online TuPassi, grazie al quale il cittadino può fissare un...

Accademia Il Sistina: riapre l’officina multidisciplinare sull’arte del Musical

Nel tempio della commedia musicale italiana si accendono nuovamente i riflettori sul talento dei giovani: torna per il secondo anno l'Accademia il Sistina, l'officina multidisciplinare per imparare l'arte del Musical, ideata e fondata dal...

Roma, da venerdì fumetti di Milo Manara esposti al Macro

Il maestro dell'eros Milo Manara in mostra a Roma con 'MacroManara - Tutto ricomincio' con un'estate romana', che ripercorrera' l'intera carriera del fumettista veronese attraverso due percorsi principali: da una parte una ricca proposta...

Cantine Aperte: al via l’evento per gli amanti del vino

Il 27-28 maggio 2017 di nuovo Cantine Aperte in tutte le regioni d’Italia e si annuncia già per le oltre 1000 cantine socie come un evento di grande rilievo; Venticinquesima edizione per il Lazio...

Roma, manifestazione di attivisti Greenpeace in via della Conciliazione

Nella serata di ieri attivisti di Greenpeace, a bordo di un mezzo, sono arrivati su via della Conciliazione, altezza via della Traspontina e da qui, hanno proiettato, sulla cupola di San Pietro, il messaggio...