Jazz nel deserto: Paolo Fresu e il Devil Quartet stasera alla Sala Sinopoli

0
37

La tromba di Paolo Fresu suona l’Africa (ma pure il resto del mondo) grazie a “Desertico”, il nuovo progetto del musicista sardo (accompagnato dal Devil Quartet) in scena stasera alla Sala Sinopoli dell’Auditorium.

Il disco è un vero e proprio viaggio in note attraverso suoni ed atmosfere del jazz, in primis, ma anche del rock e più in generale, di quella musica che lo stesso Fresu definisce “melangè”: nient’altro che uno stile meticciato con altri linguaggi, carico di una straordinaria energia dinamica e stracolmo di invenzioni.

L’album rappresenta con i suoi dodici brani (temi originali ma anche vecchie canzoni) il pensiero in movimento di un ensemble che oggi compie otto anni e che da quando è nato spinge la musica – senza distinzione di generi – nell’immenso deserto dei suoni odierni. Insieme a Fresu (anche al filicorno), il chitarrista Bebo Ferra, il bassista Paolino Dalla Porta e il percussionista Stefano Bagnoli.